Golf
0

Ryder Cup, star Nba Curry: "Senza pubblico uno schifo"

Harrington, capitano del Team Europe, si rassegna all'ipotesi porte chiuse: "Penso sia impossibile sperare che per quella data sia arrivato un vaccino"

Ryder Cup, star Nba Curry:
© AFPS

ROMA - "Una Ryder Cup senza spettatori farebbe schifo". Senza usare giri di parole così Stephen Curry, star della NBA e grande appassionato di golf, parla dell'ipotesi porte chiuse per la Ryder Cup, prevista dal 25 al 27 settembre ad Haven, nel Wisconsin. In un dibattito con Rory McIlroy, numero 1 al mondo del green, e il giornalista della NBC Carson Daly, il playmaker dei Golden State Warriors "boccia" così l'idea avanzata dalla PGA of America e confermata anche dal capitano del Team Europe, Padraig Harrington.

Le confessioni di Tiger Woods

Ryder Cup, l'appello dei protagonisti

Harrington: "I giocatori non avrebbero problemi"

A proposito della Ryder Cup a porte chiuse, ha parlato al quotidiano britannico The Times Padraig Harrington, capitano del Team Europe: "Se così dovesse essere i giocatori non avrebbero alcun problema. Giocherebbero per rendere orgogliosa l'Europa intera, davanti alla televisione. Tutti vorrebbero che gli spettatori fossero presenti, ma penso sia impossibile sperare che per quella data sia arrivato un vaccino. Gli organizzatori stanno valutando tutte le ipotesi possibili, ma posso escludere che la scelta di formare le squadre in toto possa spettare esclusivamente a me e a Stricker (capitano Usa, ndr)". Porte chiuse e non solo. Resta infatti attuale il problema dei criteri di qualificazione. Gli eventi dell'European Tour e del PGA Tour sono fermi da oltre 45 giorni e il calendario del golf mondiale è stato completamente stravolto dall'emergenza Coronavirus. L'Open Championship, il Major più antico del golf, è stato cancellato dal calendario 2020. Gli altri 3 eventi del Grande Slam sono stati posticipati. Il PGA Tour dovrebbe tornare a giocare (seppur a porte chiuse) l'11 giugno a Fort Worth, in Texas, con il Charles Schwab Challenge. Mentre l'European Tour non ricomincerà prima della fine di luglio. Rispetto a Parigi 2018 Harrington avrà 3 wild card a disposizione contro le 4 di Stricker. E l'unica deroga che potrebbe essere concessa all'irlandese è quella di poter contare anche lui su un poker di scelte. Ma a rischiare la qualificazione sono tanti big europei e statunitensi.

Tutte le notizie di Golf

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

Altri Sport

Tutte le notizie di Altri Sport