© MERANO GALOPPO/ALMACA
Ippica
0

"Al Khalidiya Day” a Merano

Domani a Maia tornano i purosangue arabi, con due corse e l'intera giornata nel nome dell'importante allevamento saudita. Anche due cavalli allenati dalla Polonia contro quelli di "Endo” Botti

Domani si rinnova a Merano l'appuntamento con le corse dei purosangue arabi. In occasione di quello che è stato denominato “Al Khalidiya Day”, si disputeranno due prove appunto riservate appunto ai PA nella giornata che comprenderà anche corse in piano e in ostacoli per i purosangue inglesi.

Al Khalidiya è uno dei principali allevamenti sauditi di PA, i cui cavalli vanno in pista con il suffisso Al Khalediah. Anche di recente Al Khalidiya ha allevato soggetti molto importanti: per tutti Fazza Al Khalediah, che nel 2018 ha trionfato a Longchamp nella Arabian World Cup, gruppo 1 riservato ai PA nel giorno del Prix de l’Arc de Triomphe. In precedenza Fazza Al Khalediah si era imposto proprio in Italia nella listed race Milan President of the UAE Cup. In precedenza, Al Khalidiya ha fatto peraltro nascere stalloni di riferimento nell’allevamento dei PA quali Amer (poi donato e utilizzato dal Qatar) e Tiwaiq: entrambi stalloni “desert breed”, cioè figli di padri e madri presi direttamente dalle tribù del deserto.

Per sviluppare e contribuire alla crescita delle corse dei purosangue arabi in Europa, Al Khalidiya ha creato il progetto Breeders Cup per dar sostegno ai piccoli allevatori e proprietari di PA in Europa. L’appuntamento meranese arriva dopo quello milanese del 23 giugno scorso, quando all’ippodromo San Siro fu disputata la UAE President Cup, in assoluto la prima pattern race di sempre riservata ai PA arabi in Italia, sponsorizzata però da Sheikh Mansoor Bin Zayed Al Nayan, e precede quello prossimo del 14 settembre all’ippodromo Pinna di Sassari, dove si disputerà una listed race, pure sponsorizzata da Sheikh Mansoor.

In questa circostanza a Merano (inizio del convegno alle ore 15.30) si disputeranno la Al Khalidiya Cup Italy, per purosangue arabi di 4 anni e oltre sui 2400 metri, e la Al Khalidiya Cup for Young Horses, riservata ai 3 anni sui 1600 metri, ognuna con un montepremi di 13.200 euro. Solo quattro partenti nella prima corsa, tutti allenati da “Endo” Botti, ormai specializzatosi anche nel training dei PA, con pronostico "bloccato” dagli alleati Ramiz Al Aziz e Manou Taouy. Sette invece nell’altra corsa, con Guarf de Bozouls e Icare de Piboul, francesi allenati in Polonia da Michal Romanowski, che si misureranno soprattutto con Octopus Premier, altro allievo di Botti.

Tutte le notizie di Ippica

Per approfondire

Caricamento...
Caricamento...
Caricamento...