Derby nel segno di EB
© IP/GRASSO
Ippica
0

Derby nel segno di EB

A Napoli esito a sorpresa: Bellei fa cinquina a grossa quota con Alrajah One. Aramis Bar quarto dopo incertezza sulla prima curva, Axl Rose di galoppo da leader agli 800 finali. Fa festa una scuderia di Torre del Greco, che acquistò il vincitore da yearling per 16.000 euro all'asta ITS

NAPOLI - Axl Rose? Aramis Bar? Nessuno dei due, sul traguardo del Derby by night a Napoli. La vittoria è andata a sorpresa ad Alrajah One, in una edizione numero 92 soprattutto buttata via dai cavalli più attesi, ma conquistata con grande lucidità da Enrico Bellei, tornato Cannibale (o Figlio del Vento, scegliete voi quello dei suoi soprannomi che più vi piace) nella madre di tutte le corse. Quinto trionfo per EB, dopo quelli con Uronometro (1997), Echò dei Veltri (2004), Pascià Lest (2012) e Testimonial Ok (2015): eguagliati così i primatisti William Casoli e Pietro Gubellini.

Come mai Alrajah One? Aramis Bar, salvo recuperare in qualche modo fino a far suo almeno il quarto posto, s’è buttato via allargando sulla prima curva quando era rimasto aria in faccia in corsia esterna. Axl Rose è andato al comando dopo mezzo giro sull’iniziale leader Amon You Sm ma è andato giù con il posteriore sinistro dopo la terza curva e s’è buttato di galoppo (Alex Gocciadoro evidentemente da driver ha la macumba addosso in questa corsa, che ha firmato due volte da allenatore ma mai da guidatore). A quel punto Amon You Sm sembrava in una botte di ferro, ma dalla sua scia sbucava EB con Alrajah One e in zona traguardo lo passava di slancio, chiudendo a media di 1.12.6. Amon You Sm rimaneva secondo su Antony Leone e Aramis Bar. Appena sette i superstiti all’arrivo: c’erano state anche le rotture di Al Capone Stecca, Ayrton Treb, Argentovivo e Anthony Gar, a zittire quelli abituati a sparare sulla pista di Capannelle.

Il trofeo ispirato a Birbone disegnato da Luciano De Crescenzo è così andato a Vincenzo Izzo, di Torre del Greco, titolare della Scuderia My Horse, travolto dall’entusiasmo del suo clan in tribuna. Alrajah One, un Maharajah pagato 16.000 euro da yearling all’asta ITS (è stato allevato dai piemontesi Luca Crosetti e Silvia Bacchi), in un colpo solo ne ha guadagnati quasi 400.000 dopo che finora ne aveva vinti neppure 55.000. La My Horse in precedenza s'era segnalata nei gran premi con l'attuale 4 anni Zirkuss. Alrajah One era stato 2º nel Società Terme Montecatini e 3º nel Città di Napoli.

Per Bellei una soddisfazione enorme, dopo aver scontato non poco l’incidente che per diversi mesi l’aveva tenuto lontano dalle piste: «È stato il più facile dei miei cinque Derby, ma la corsa mi è venuta nel migliore dei modi, dopo i problemi di Aramis Bar e Axl Rose». Alrajah One, che è allenato da Claus Hollman, è tornato al meglio dopo essere stato anche sottoposto a un intervento alla gola, subìto in piena estate dopo il deludente ottavo posto nel torinese Marangoni.

Parecchio pubblico in tribuna (6-7.000 spettatori) nonostante la pioggia fastidiosa e scoraggiante di inizio pomeriggio, con 110.000 euro di movimento scommesse sul campo, dei quali ben 85.000 a quota fissa.

92º Derby Italiano del Trotto-Siag Caffé (gruppo 1, 847.000 €, m. 2100): 1. Alrajah One (E. Bellei) 12.6, 2. Amon You Sm 12.8, 3. Antony Leone 13.0, 4. Aramis Bar 13.0, 5. A Sexygirl Par 13.1, 6. Arden Wise As 14.5, 7. Alex Mede Sm 21.8, Axl Rose rp, Al Capone Stecca rp, Ayrton Treb rp, Argentovivo rp, Anthony Gar rp. Non hanno corso Alchemist Bi e Amancio. Tot. 14,37 3,55 6,30 3,90 (608,92) Trio 509,32.

Tutte le notizie di Ippica

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti