Audrey sempre Vivid
© IP/GRASSO
Ippica
0

Audrey sempre Vivid

La reginetta delle 3 anni conquista senza problemi anche le Oaks: «È un computer», dicono i suoi uomini. Il ritrovato primaserie della Bivans domina il Turilli con il record della corsa (1.11.3)

NAPOLI - Audrey Effe, altra roba! Scherza con le coetanee e si pappa anche le Oaks: 11ª vittoria in 13 corse, 5º GP in carriera per lei, che a questo punto punterà al Mangelli Filly, come da programma scolpito nella pietra dalla famiglia Fraccari, e solo nel 2020 sfiderà i maschi. In testa dal via, la "made in Gardesana” ha chiuso sul miglio in 1.13.4 con Andrea Farolfi poco impegnato a badare alle avversarie («È un computer», il suo commento, condiviso dall'allenatore Walter Zanetti), tra le quali Alouette e Alcatraz Stecca sono state premiate dal podio dopo essere sempre rimaste nella sua scia,

Anche Vivid Wise As (nella foto) sempre più vivid: dopo il botto a Cagnes sur Mer (1.08.6 sul miglio, record delle piste francesi), ecco quello nel Turilli (1.11.3 sulla media distanza, record della corsa), per regalare il primo gruppo 1 napoletano al suo proprietario Antonio Somma. Il ritrovato primaserie della Bivans, giocatissimo anche a 3/10, è sfilato in testa dopo mezzo giro (40.3 per i primi 500) per poi fare corsa a sé. «Avevo 1.11.0 per il primo chilometro, a quel punto ho pensato di rallentare. E alla fine non ho avuto neppure bisogno di togliergli i tappi», le parole di un entusiasta Alex Gocciadoro. «In questo momento è difficile stargli dietro, sui 1600 come sui 2000 metri: vedremo sui 2700 (la distanza dell’Amerique... - ndr). Somma cerca di non guardare troppo lontano: «Arriviamoci, a quel giorno. Poi magari deciderò per chi tifare, tra Vivid Wise As (che ora farà Nazioni e Tenor de Baune - ndr), Face Time Bourbon (che domani a Vincennes disputerà una delle batterie del GP UET - ndr) e Tony Gio».

ALTRE CORSE - In apertura di convegno s’è visto un bel puledro: Bleff Dipa, vincitore al debutto in 1.14.3. Lo allena Holger Ehlert, appartiene al francese Jean Pierre Barjon che in passato ha avuto campioni come Meaulnes du Corta e Niky.

La magrissima “consolazione” riservata agli esclusi dalla finale del Derby è stata davvero triste: rimasti in quattro dopo il ritiro di Acciaio, Ares Caf è andato in testa con Bjorn Goop e sul traguardo Ananas Jet ha potuto solo vedergli la coda. Anche su questa dovrà meditare chi decide i destini dei GP del trotto italiano, oltre che su batterie di Derby e Oaks disputatesi su una pista e finali su un'altra...

Oaks del Trotto (gruppo 1, 253.000 €, m. 1600): 1. Audrey Effe (A. Farolfi) 13.4, 2. Alouette 13.7, 3. Alcatraz Stecca 13.8, 4. Arnas Cam. Tot. 1,82 1,09 2,09 2,00 (10,79) Trio 28,68.

GP Turilli (gruppo 1, 154.000 €, m. 2100): 1. Vivid Wise As (A. Gocciadoro) 11.3, 2. Tamure Roc 11.7, 3. p.m. Vanesia Ek e Vincent Sm 11.9. Tot. 1,12 1,08 1,95 1,62 2,86 (7,08) Trio 20,67 (5-4-9) e 46,26 (5-4-10).

“Consolazione” Derby (40.040 €, m. 2100): 1. Ares Caf (B. Goop) 12.6, 2. Ananas Jet 12.7, 3. Ari Lest 13.5. Non ha corso Acciaio. Tot. 1,35 1,21 1,17 (3,24).

“Consolazione” Oaks (40.040 €, m. 1600): 1. Allegra Gifont (A. Di Nardo) 12.9, 2. Amber Prad 13.2, 3. Atene Trebì 13.2, 4. Antracite Jet 13.4. Non ha corso Amelie Kyu Bar. Tot. 4,59 1,64 1,51 2,72 (24,79) Trio 69,70.

Tutte le notizie di Ippica

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti