Ippica
0

Ursa Caf vince ancora

Dopo il Ponte Vecchio a Firenze, conquista anche l'Encat a Milano su un valido Deimos Racing. In arrivo svanisce la favorita Zaniah Bi, Gocciadoro si consola con un poker nelle altre corse. I guidatori assenti nelle premiazioni: il trotto lombardo chiede incontro al sindaco Sala sul futuro degli ippodromi milanesi

Ursa Caf vince ancora
© SNAITECH/DENA

Mentre il tam-tam sul futuro delle strutture Snaitech continua a tenere banco, soprattutto in merito alla vendita dell'area del trotter milanese della Maura, per qualcuno davvero imminente, oggi i guidatori hanno disertato le premiazioni delle sette corse che erano in programma all’ippodromo milanese: soltanto a quattro di queste hanno partecipato i proprietari dei cavalli vincitori, con gli operatori del trotto lombardo che hanno chiesto un incontro urgente al sindaco Beppe Sala, con la partecipazione di Snaitech, per fare chiarezza sul futuro degli ippodromi milanesi. Un'altra forma di protesta, dopo quella dei... colleghi del galoppo che sabato si sono opposti alla chiusura delle piste di allenamento (confermato per domani un incontro tra le parti per discutere del contestatissimo contratto).

Alla Maura, in pista, Alex Gocciadoro protagonista per quasi tutto il pomeriggio, con un bel poker da driver e da trainer (Unique Rek, Betta Zack, Bubble Effe e Aston Bar). Non lo è stato invece nel GP Encat: con Zaniah Bi è sfilato al comando su Sonia dopo la prima curva, però la favorita in retta d’arrivo ha mollato il colpo, evidentemente anche lei vittima non apparente dell’influenza che nel periodo ha colpito metà della scuderia di Noceto. La classica milanese ha fatto registrare la pronta replica di Ursa Caf, che due settimane fa era andata a segno nel fiorentino Ponte Vecchio, allora con V.P. Dell’Annunziata in sulky, stavolta con Antonio Di Nardo. Terzo in corda dopo il via, poi quarto, “Tony Young” ha fatto un po’ dentro e fuori lungo il percorso fino al passaggio davanti alle tribune (km in 1.16.4 per Zaniah Bi), quando s’è sistemato definitivamente in seconda ruota per prendere progressivamente a tiro la battistrada e anticipare anche le mosse di Deimos Racing, questo sempre rimasto all'esterno. Ursa Caf conteneva il generoso avversario sull'ultima curva e in retta d'arrivo lo respingeva con disinvoltura, dopo un secondo km sotto l'1.12 (nella foto). Sonia restava in quota per il terzo su Toscarella, quarta dopo recupero da applausi seguìto alla rottura iniziale.

GP Encat (gruppo 2, 55.000 €, m. 2250): 1. Ursa Caf (A. Di Nardo) 13.2, 2. Deimos Racing 13.3, 3. Sonia 13.5, 4. Toscarella 13.5. Tot. 6,55 2,42 3,26 2,69 (67,50) Trio 312,49.

Tutte le notizie di Ippica

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti