Ippica
0

#9/4/2020 Ippicanews

Galoppo: in Australia il Coolmore scatenato nell'asta on line (top-price a 1.800.000 Au$), padre e figlia allenatori stangati per il cobalto, fantino distratto perde ingaggi e va in quarantena; il Giappone accentua le misure di sicurezza ma va avanti con le corse; a HK ancora un piazzamento per l'ex Summer Festival. Trotto: in Svezia rientro vincente e convincente di Aramis Bar ad Aby, Tessy d'Ete trasferita da Riordan, niente aereo per gli stranieri all'Elitloppet e probabilmente niente Sweden Cup alla vigilia

#9/4/2020 Ippicanews
© INGLIS

OGGI - Palinsesto ordinario: Gavle (Sve, t, 18), Gulfstream Park (Usa, g, 19). Tv: diretta UnireSat. Palinsesto complementare Betflag: Gulfstream Park (Usa, g, 19), Remington Park (Usa, g, 1.00).

SVEZIA/1 - Ieri ad Aby c’è stato il promettente rientro stagionale di Aramis Bar: agevolato anche dai ritiri di Unico Broline e soprattutto Dominic Wibb, oltre che dalla rottura di Amelia Grif sulla prima curva, il 4 anni allenato e guidato da Bjorn Goop al passaggio davanti alle tribune è andato in pressing sul battistrada Conrads Janne, inutilmente oppostosi su scelta incomprensibile del suo driver Robert Bergh, e di fronte l’ha costretto all’errore, proseguendo per conto suo a media di 1.14.4 sulla media distanza dopo partenza con i nastri e primo km in un ordinario 1.17.6.

Ieri trotto ad Aby: Pokaltestet-Euro Classic Trot-Fyraåringslopp (128.200 sek, m. 2140-2160) 1. Aramis Bar (prop. L. Truccone 40%) 14.4; Coin Perdu Stoserie 2020-Omgång 2 (91.800 sek, m. 2140) 4. Zolid Wise As 14.6.

SVEZIA/2 - Terza... carriera agonistica per Tessy d’Ete, che la Scuderia Eurocolor ha trasferito dalla Francia alla Svezia, affidandola in allenamento a Jerry Riordan dal 27 marzo. La 8 anni da Ganymede era stata spostata nel gennaio 2016 oltr’Alpi, dove da allora ha collezionato 6 vittorie e 20 piazzamenti in 39 corse, segnalandosi per un paio di successi in gruppo 3 (Heraclite 2016 e Perreux 2017) e per importanti piazzamenti (3ª Atlantique 2019, 5ª Paris e Balliere 2019), prima con il training di Fabrice Souloy e poi del suo sostituto formale Philippe Billard.

SVEZIA/3 - Qualche aggiornamento sull’Elitloppet 2020, che nel caso il 31 maggio si disputerà a porte chiuse: i responsabili di Solvalla hanno annunciato che non verrà organizzato l’abituale trasferimento aereo per i cavalli stranieri e che una corsa di qualificazione dovrebbe tenersi mercoledì 13 maggio. Si dice anche che, per garantire una partecipazione adeguata, per qualità e numero, dei portacolori locali, verrebbe sacrificata la Sweden Cup della vigilia, pure solitamente prevista con la formula di batterie e finale.

HONG KONG - Dopo quattro “ennepì” consecutivi, Party Together (ex Summer Festival) ha ancora rimandato l’appuntamento con la prima vittoria nell’ex colonia britannica ma almeno è tornato a piazzarsi. Ieri a Happy Valley è finito terzo in un handicap “class 4” sui 1800 metri, a due lunghezze e mezza dal vincitore Shadow Breaker. Per il derbywinner italiano si tratta del 5º piazzamento in 17 corse disputate a HK.

GIAPPONE - Nonostante lo stato di emergenza nazionale proclamato martedì dal premier giapponese Shinzo Abe, la Japan Racing Association ha comunicato che le corse proseguiranno a porte chiuse ricorrendo a misure di sicurezza ancora più rigorose. I fantini, per esempio, nello stesso weekend potranno montare in un solo ippodromo e attenderanno le corse in isolamento individuale e non in spazi comuni. La JRA ha intanto fatto sapere che nei primi due weekend di corse a porte chiuse, nel mese di marzo, il movimento delle scommesse è stato comunque rispettivamente dell’82% e dell’83% rispetto agli stessi fine settimana del marzo 2019, quando ovviamente il pubblico era ammesso megli ippodromi. E che nel caso di alcuni gran premi, per tutti il Takamasunomiya Kinen, si è registrato addirittura un volume di gioco maggiore rispetto all’anno scorso.

AUSTRALIA/1 - È andata alla grande anche la seconda giornata dell’Easter Yearling Sale della Inglis, tenutasi interamente on line per le restrizioni da Covid-19. Alla conclusione delle due sessioni di martedì e ieri, il totale è stato di 214 venduti sui 345 rimasti in catalogo dai 514 iscritti originari, per un movimento globale di 68.060.050 dollari australiani e una media di 318.040 (prezzo mediano 250.000). Alla fine il top-price è stato realizzato dal primo prodotto di First Seal, che in corsa a 3 anni è stata capace di battere Winx per ben tre volte: si tratta di un maschio da Snitzel, che il gruppo Coolmore s’è aggiudicato per 1.800.000 Au$ (nella foto). Sempre Tom Magnier, per il colosso irlandese, è arrivato a 1.100.000 per un maschio da I Am Invincible e per una femmina ancora da I Am Invincible. Stessa cifra pagata da Ciaron Maher Racingper un maschio da Deep Impact. Con quelli della prima giornata, sono stati quindi sette i puledri arrivati almeno a un milione di Au$. In totale il Coolmore ha acquistato otto yearling per complessivi 6.895.000 Au$.

AUSTRALIA/2 - Singolare provvedimento ai danni di un fantino, per non aver rispettato le severe disposizioni da Covid-19 in occasione di un convegno di corse: Lachie King martedì a Bendigo ha perso le sue monte di giornata per essere entrato erroneamente nello spogliatoio “giallo” anziché in quello “verde”. Per garantire la loro sicurezza, i jockey sono stati infatti separati in due gruppi da Racing Victoria: il ”verde”, che comprende i fantini più importanti nello stato del Victoria e nel periodo autorizzati a montare solo in corsa, e il “giallo” che invece riguarda quelli ingaggiati anche per i lavori e i trial ufficiali. Racing Victoria valuterà se King resterà nel gruppo “verde” dopo i 14 giorni di quarantena ai quali è ora sottoposto. I fantini che invece decidono di spostarsi da una zona all’altra, create all’interno dello stesso stato, possono farlo liberamente venerdo però autorizzati a montare in corsa sempre e solo dopo il periodo di quarantena.

AUSTRALIA/3 - Stangata-doping per gli allenatori Terry e Karina O’Sullivan, padre e figlia: le positività al cobalto accertate nel novembre 2015 per il cavallo Darragh e nell’agosto 2016 per Gold A Plenty sono state punite entrambe con tre anni di stop a testa, per un totale quindi di sei anni a ognuno dei trainer. Terry riavrà la sua licenza nell’aprile 2023, in quatro sconterà i due provvedimenti in contemporanea, Karina invece nell’aprile 2025 perché solo in parte i periodi di stop sono sovrapponibili.

Tutte le notizie di Ippica

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti