Ippica
0

Reazione a catena

Le categorie del trotto campano decidono di fermare le corse nella regione, a partire da oggi a Napoli, per protesta contro la scelta del Mipaaf di cancellare il convegno di sabato ad Aversa con il GP Stabile

Reazione a catena
© SAITA

Reazione ad azione. Il Mipaaf ha cancellato nella serata di ieri il terzo e ultimo convegno superstite della primavera di Aversa (nella foto), facendo riferimento a una nota protocollata non diffusa a spiegazione del provvedimento? Ed ecco allora che le categorie del trotto campano replicano proclamando l'astensione dalle corse nella regione a partire da oggi a Napoli.

«I guidatori, proprietari e allenatori campani, preso atto che il Ministero ha deciso inspiegabilmente di sospendere la giornata di corsa del giorno 6 giugno 2020 prevista presso l’ippodromo Cirigliano di Aversa; preso atto che tale decisione è avvenuta senza che nessuna verifica, volta ad accertare il funzionamento degli autostarter, fosse stata effettuata; considerato che tale decisione è inaccettabile; considerato che ancora una volta la politica prende decisoni senza ascoltare i lavoratori del settore ippico; proclamano  lo stato di agitazione e la sospensione da tutte le attività negli ippodromi campani a decorrere dal giorno 4 giugno 2020».

Questa la comunicazione delle categorie campane, alla seguono 88 firmatari, come fa sapere l'allenatore e guidatore Marcello Vecchione.

Della situazione di Aversa si è detto. Il problema è ancora costituito dalla... salute dei due autostarter, nonostante l'esito positivo dell'incontro che c'è stato in merito martedì mattina tra i rappresentanti delle categorie campane e la dirigenza del Cirigliano di Aversa? Sono altri i problemi che hanno spinto il Mipaaf alla cancellazione della giornata di sabato? E se sì, questi erano tali anche in precedenza all'episodio degli autostarter non funzionanti di sabato scorso? In tal caso, come mai erano stati invece regolarmente autorizzati e disputati, il secondo ovvio solo parzialmente, i primi due dei tre convegni previsti nel periodo, prima della pausa estiva del Cirigliano? Tutte domande che vorrebbero avere una o più risposte che forse sono contenute nella "nota del 3-6-2020, protocollo n. 29083”. Forse... Chissà...

Va però sottolineato come, a farne le spese, per il momento potrebbe essere un ippodromo che nulla a che fare con la situazione di Aversa, e cioè Napoli. Insomma, non siamo al tutti contro tutti, però così proprio non va bene. Bisogna vedere quanti non saranno d'accordo, con i firmatari a favore dello stop negli altri ippodromi campani.

Tutte le notizie di Ippica

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti