Ippica
0

Cokstile è ancora secondo

A Jagersro nell'Abergs trova sulla sua strada una scatenata Double Exposure (1.09.3 sul miglio): ora con Paal punterà all'Aby Stora Pris, poi riposo e Costa Azzurra. Vitruvio di galoppo sull'ultima curva: a breve il rientro in Italia. Boltigeur Erre terzo nella "seconda finale” BC, Unoicsdue Gnafà secondo nella maratona di gruppo 2. Nel convegno con Zanna Jet l'unica vittoria delle scuderie italiane

Cokstile è ancora secondo

Cokstile s’è preso la rivincita su Vitruvio, ma ieri a Jagersro ha trovato un'irraggiungibile Double Exposure nell’Abergs Memorial (nella foto), la corsa che gli italiani in passato avevano vinto due volte con Varenne e Ringostarr Treb.

La vincitrice al via ha respinto Vitruvio, rimasto così all’esterno, e Cokstile s’è sistemato in corda nella sua scia, con il favorito Ecurie D e l’altro dei nostri, Zarenne Fas, nelle retrovie. Dopo 600 metri Tae Kwon Deo ha scavalcato Vitruvio affiancando la battistrada, Ecurie D tentava la risalita solo al mezzo giro finale. Qui Vitruvio lo anticipava in terza ruota ma si buttava di galoppo sull’ultima curva, rallentando il favorito. Wim Paal spostava Cokstile aggirando Tae Kwon Deo, ma durante la manovra Double Exposure salutava la compagnia per vincere nettamente in 1.09.3 (dopo km in 1.10.5 e ultimi 500 da 1.06.7!). Cokstile chiudeva secondo alla grande in mezzo alla pista, su Tae Kwon Deo e Ecurie D che davvero non poteva fare di più, dopo essere partito col 10 e aver finito in piena spinta.

Wim Paal, ovvio, s’è detto particolarmente contento della prestazione di Cokstile: «Alla resa dei conti ho dovuto lasciare il posto in corda, per evitare di restare magari chiuso in retta e compromettere ogni chance di buon piazzamento. Dopo il palo abbiamo scherzato con Orjan Kihlstrom, lui ha detto che se non avessi spostato all'esterno mi avrebbe tenuto lì perché a quel punto temeva solo il mio». Il norvegese della Scuderia Santese ora dovrebbe allungare il tiro puntando alla maratona dell’Aby Stora Pris (gruppo 1, m. 3140) dell’8 agosto a Aby. Poi, dopo un po’ di riposo, tornerà in Italia per il GP Costa Azzurra (gruppo 1, €, m. 1600) del 20 settembre a Torino.

Italia anche nel futuro immediato di Vitruvio: il tempo di preparare i documenti per il ritorno e lascerà la scuderia di Bjorn Goop per tornare dai Gocciadoro a Noceto.

ALTRI GP - Nella “seconda finale” della Breeders Course dominio dello scatenato Onas Prince, che era stato il vincitore della batteria disputatasi a Aby. A distacco un ottimo Boltigeur Erre ha perso il secondo proprio sul palo da Kuyt F Boko, quarto a ridosso Bolero Gar. Boys Stecca ha mollato il colpo del tutto in retta d’arrivo, dopo essersi ritrovato in scia a Onas Prince dopo il passaggio davanti alle tribune. Nella maratona di gruppo 2, da favorito Unocisdue Gnafà è stato presto l’animatore della corsa ma in arrivo Who’s Who l’ha volato senza problemi.

ALTRE CORSE - Nelle altre corse del convegno, per i nostri un successo con Zanna Jet e altri quattro secondi posti: particolarmente significativo quello di Volnik du Kras, ora allenato da Magnus Dahlen, al quale per vincere non è bastato trottare il miglio da 1.10!

Abergs Memorial (gruppo 1, 3.109.000 sek, m. 1609): 1. Double Exposure (O. Kihlstrom) 1.09.3, 2. Cokstile 09.6, 3. Tae Kwon Deo 09.8, 4. Ecurie D 10.0, 7. Zarenne Fas 10.3. Non ha corso Campo Bahia. Tot. 5,24 1,88 1,49 2,17 (5,84) Trio 103,74.

“Seconda finale” Breeders Course 3-y-o (gruppo 2, 1.276.000 sek, m. 1640): 1. Onas Prince (P. Nordstrom) 11.3, 2. Kuyt F Boko 11.9, 3. Boltigeur Erre 12.0, 4. Bolero Gar 12.1, 8. Boys Stecca 12.6. Tot. 2,49 1,97 4,23 4,93 (19,37) Trio 129,85.

Summer Meeting Stayer 2020 (gruppo 2, 505.500 sek, m. 3140-3160-3180): 1. Who’s Who (O. Kihlstrom) 13.4, 2. Unoicsdue Gnafà 14.4, 3. Etenclin 14.0, 4. Floris Baldwin 13.5. Tot. 4,79 1,47 2,27 (2,71) Trio 60,84.

Altre corse: STL Stoeliten, Försök 10 (409.500 sek, m. 1640) 2. Virginia Grif 11.1; Final Summer Meeting Mares 2020 (206.000 sek, m. 2140) 1. Zanna Jet (prop. All.ti Toniatti) 12.4; Prix Argentan (206.000 sek, m. 1640) 2. Volnik du Kras 10.0, 7. Zilath 11.0; Prix Cagnes sur Mer (409.500 sek, m. 1640) 2. Juan Bros 11.5; Prix Årjäng (169.000 sek, m. 1640) 2. Zaffiro Roc 11.8, 4. Zeppelin Kyu Bar 12.3, 8. Uconn Grif 12.6; Prix La Capelle (206.000 sek, m. 2140) 10. Zaire Wise As 13.2.

Tutte le notizie di Ippica

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti