Ippica
0

Tuscan Gaze rimosso dal Derby

La Disciplinare del Mipaaf ha ritenuto irregolare tempi e modi della sua iscrizione e l'ha escluso dall'ordine d'arrivo, con vittoria assegnata al secondo arrivato King's Caper. Si attendono ricorso in appello e al TAR

Tuscan Gaze rimosso dal Derby
© HG ROMA/SAVI

Ieri mattina è stata depositata la decisione della Commissione di Disciplina di Prima Istanza del Mipaaf in merito al caso-Tuscan Gaze, ovvero l’iscrizione del derbywinner contestata nei tempi e nei modi con un reclamo presentato congiuntamente dai proprietari del secondo (King’s Caper) e del quarto arrivato (Baptism) e un altro del settimo arrivato (Road To Arc). Come è pessima prassi del Mipaaf, senza alcun rispetto della trasparenza come invece accade nell’ippica di tutto il mondo o nello sport in genere, anche italiano, nell’abusato nome della privacy la decisione non è stata oggetto di una comunicazione ufficiale da parte del ministero ma è spuntata fuori dal nulla nella tarda mattinata di oggi con un post sui social da parte di un blog di galoppo.

Passando alla decisione, in merito a quanto trasmesso dal presidente della Procura della Disciplina avv. Vincenzo Annibale Larocca, la Commissione presieduta dall’avv. Francesco Ferroni e composta anche dagli avv. Emilia Parisi e Giuseppe Giunta ha ritenuto che è stato violato l’art. 129 del Regolamento delle Corse al galoppo e pertanto giudicata irregolare l’iscrizione e dunque la partecipazione di Tuscan Gaze al Derby Italiano del 12 luglio scorso (al momento, l'acquisto del cavallo non era stato ancora definito da parte della MAG Horse Racing).

L’articolo in questione indica che le iscrizioni vanno fatte per iscritto nei termini indicati (in questo caso entro il 28 maggio 2020) oppure in via eccezionale anche telefonicamente ma da confermare per iscritto sempre entro i termini (e questo non è avvenuto: nel regolamento si fa riferimento ancora al fax, mezzo di comunicazione ormai estinto, ormai rimpiazzato dalle mail). Non essendo stata neppure perfezionata l’iscrizione supplementare il 9 luglio, ecco che Tuscan Gaze è stato messo fuori dall’ordine d’arrivo del Derby, che a questo punto vedrebbe vincitore King’s Caper, con Masterwin secondo, Baptism terzo e Cima Emergency quarto. Il condizionale ovviamente è d’obbligo, in quanto il team di Tuscan Gaze potrà presentare reclamo alla Commissione di Disciplina di Appello del Mipaaf, presieduta dal dott. Raimondo Cerami, oltre che fare ricorso al TAR, un classico di queste situazioni. Qualora King's Caper diventasse a tutti gli effetti vincitore del Derby 2020, si tratterebbe del terzo successo nella classica romana per Lanfranco Dettori, dopo quelli con Mukhalif nel 1999 e Mastery nel 2009.

A margine di questo, alcune considerazioni. La MAG Horse Racing è stata multata di 1.000 euro per la “responsabilità disciplinare in ordine all’addebito mossole”, invece non c’è traccia di addebito o banale biasimo nei confronti di HippoGroup Roma Capannelle per le irregolarità che comunque sono passate attraverso l’ufficio tecnico dell’ippodromo romano. Nella decisione della Disciplinare è anche indicata erroneamente (60.400 euro) la cifra dell'iscrizione supplementare (era di 54.400: al massimo, con i 6.400 dovuti per la dichiarazione di partenza, l'ammontare totale sarebbe stato di 60.800...).

Per il resto, dopo un caso del genere, si riuscirà finalmente a disporre presto di un sistema informatico simile a quelli da tempo utilizzati nell’ippica estera, per "garantire" iscrizioni e altre procedure? Questo non è dato sapere, come non è dato sapere comunicazioni ufficiali da parte del Mipaaf anche su un caso eclatante di giustizia sportiva come quello di Tuscan Gaze.

Tutte le notizie di Ippica

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti