ST cancella Propulsion

Svensk Travsport ha annullato l'intera carriera di corse svedese del campione arrivato dagli Stati Uniti dopo nevrectomia. La Stall Zet dovrà restituire oltre 2,5 milioni di euro. Cokstile promosso vincitore dell'Elitloppet 2020 e Ringostarr Treb dell’Hugo Abergs Memorial 2017, benefici anche per Arazi Boko e Twister Bi

di Mario Viggiani

Tutto come ormai s’era ben delineato: la carriera agonistica svedese di Propulsion, 25 vittorie nelle 45 corse disputate e 26.300.000 corone di somme vinte (equivalenti a 2.525.426 euro), è stata ufficialmente cancellata da Svensk Travsport per la nevrectomia alla quale il cavallo era stato sottoposto negli Stati Uniti, prima quindi del suo trasferimento in Svezia. L’annuncio è arrivato da Göran Wahlman, avvocato federale di ST, e dalla presidente Maria Croon: l’infrazione è stata addebitata all’allenatore Daniel Reden (nella foto), responsabile dell’acquisto di Propulsion per conto della Stall Zen, in quanto avrebbe dovuto accertare l’impossibilità dell’importazione del cavallo in Svezia, dove a differenza degli Stati Uniti è vietato l’impiego in corsa di soggetti nevrectomizzati.

Tutti i cavalli preceduti da Propulsion guadagneranno quindi una posizione nell’ordine d’arrivo delle corse da lui disputate: tra questi, ne beneficeranno in modo particolare anche due portacolori di scuderie italiane, e cioé Cokstile, che diventa vincitore dell’Elitloppet 2020, e Ringostarr Treb, a sua volta laureato dell’Hugo Abergs Memorial 2017 (e 2º nell'Arjangs Stora Sprinterlopp 2017), oltre che Arazi Boko (così 2º nel Norrbottens Stora Pris e 4º nell’Arjangs Stora Sprinterlopp 2018), Twister Bi (2º nell'Hugo Abergs Memorial 2017) e Shadow Gar (3ª nell'Hugo Abergs Memorial 2017). Curiosamente, grazie alla squalifica di Propulsion il podio dell'Hugo Abergs Memorial 2017 è diventato tutto tricolore, con Ringostarr Treb primo davanti a Twister Bi e Shadow Gar. Peraltro l'1.08.2 di "Ringo" diventa il nuovo record assoluto europeo (Propulsion aveva vinto trottando in 1.08.1).

ST ha comunicato che già con i pagamenti di dicembre verranno integrati i premi a ogni cavallo interessato dalla cancellazione dei risultati di Propulsion e che ovviamente la Stall Zet dovrà restituire i soldi incassati grazie all'americano: qualora questo non avvenisse, la vicenda andrà per vie legali e per giustizia ordinaria. La decisione è stata trasmessa agli altri enti tecnici europei dei Paesi, che potranno muoversi autonomamente in base ai propri regolamenti.

La Disciplinare di ST si occuperà ora delle sanzioni a carico di Reden, l’ente tecnico svedese s’è invece pronunciato genericamente sulle carenze e sulle responsabilità da parte dei propri uffici che hanno comunque “ammesso” Propulsion alla carriera di corse in Svezia...

Commenti