Il KD prende la via di Medina

Il battistrada respinge gli attacchi di Mandaloun fin sul traguardo del Kentucky Derby: settimo sigillo per l'allenatore Baffert (record della corsa) e quarto per il fantino Velazquez (prestigioso doppio con le Oaks). Rispoli quindicesimo con Brooklyn Strong dopo partenza compromettente: si consola con una vittoria nel primo ingaggio di giornata e il terzo posto nelle Turf Classic Stakes con Smooth Like Strait, davanti a un pubblico "limitato” di 51.838 spettatori
Il KD prende la via di Medina© CHURCHILL DOWNS

Il Kentucky Derby numero 147 è stato vinto in "coast to coast” da Medina Spirit, che ha chiuso alla quota di 12/1 dall’iniziale 15 della “morning line”, davanti a un pubblico "contingentato” di 51.838 spettatori. Al posto d’onore un outsider ancora meno considerato, Mandaloun, che ha preceduto il giocatissimo Hot Rod Charlie e il favorito Essential Quality, questo danneggiato alla sgabbiata da Rock Your World sul quale Joel Rosario ha perso la staffa sinistra. I quattro hanno passato il traguardo in diagonale, tutti vicini ma in posizioni ben distinte, dopo che Medina Spirit ha respinto per tutta la dirittura d’arrivo l’assalto di Mandaloun, a completamento di un inappuntabile percorso di testa ben scandito dal suo jockey. Umberto Rispoli è finito solo quindicesimo con l'outsider Brooklyn Strong, rimasto confuso nelle retrovie dopo una partenza fatalmente incerta («È uscito piano») e invano sospinto da “Umby” dalla retta di fronte in poi, nel tentativo di risalire il gruppo («Un po' si è avvicinato ma niente di più»).

Medina Spirit, portacolori della Zedan Racing Stables (che l'ha pagato 35.000 dollari nel 2020 dopo che il baio oscuro da Protonico era costato appena 1.000 da yearling!), ha consegnato così il settimo trionfo nella “Corsa delle Rose” all’allenatore Bob Baffert, che l’aveva già conquistata dalla “Volpe Bianca” nel 1997 con Silver Charm, nel 1998 con Real Quiet, nel 2002 con War Emblem, nel 2015 con American Pharoah, nel 2018 con Justify e nel 2020 con Authentic (è record: staccato Ben A. Jones, arrivato a quota sei tra il 1938 e il 1952). Medina Spirit, che era alla quinta corsa in carriera dopo aver vinto al debutto giovanile in novembre ed essere finito secondo all’ultima uscita nel Santa Anita Derby dietro Rock Your World, aveva in sella il 49enne portoricano John Velazquez jr, questo alla quarta affermazione nel Kentucky Derby dopo quelle con Animal Kingdom nel 2011, Always Dreaming nel 2017 e Authentic nel 2020. Velazquez il giorno prima aveva siglato anche le Kentucky Oaks con Malathaat, ottavo jockey nella storia a centrare il prestigioso doppio.

RISPOLI. Per fortuna la giornata di Rispoli era cominciata nel migliore dei modi, andando a segno cioè in sella al 7 anni First Premio in una “allowance optional claiming” per il Team Valor (49ª vittoria nel 2021 per “Umby”). Dopo essere arrivato ultimo con Excellent Timing nelle American Turf Stakes (gruppo 2, 500.000 $, m. 1700) vinte da Du Jour, il 32enne fantino nato a San Severino Marche s’è piazzato terzo con Smooth Like Strait nelle Turf Classic Stakes (gruppo 1, 1.000.000 $, m. 1800) che sono state... divise tra il favorito Colonel Liam e Domestic Spending, finiti in parità, con Rispoli battuto di mezza lunghezza dopo percorso da leader.

Kentucky Derby (gruppo 1, 3.000.000 $, m. 2000 dirt): 1. Medina Spirit (J.R. Velazquez), 2. Mandaloun, 3. Hot Rod Charlie, 4. Essential Quality. Distacchi: 1/2 - 1/2 - testa.

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti