Bengurion, una vera Birba

Stesso crono per i due vincitori del Regione Campania (1.12.7), entrambi al primo GP conquistato in carriera. Il maschio con Gocciadoro disperde gli avversari, la femmina con Bellei "raccoglie” in arrivo Blackflash Bar dopo l'opposizione infinita di Brezza du Kras
Bengurion, una vera Birba© I.P./AUTORE

La prima volta (classica) di Bengurion Jet e Birba Caf: nessuno dei due aveva mai vinto un gran premio, ci sono riusciti oggi a Napoli conquistando la propria divisione del Regione Campania.

BIRBA CAF. In quella femminile, è stato un’autentica birba anche Enrico Bellei. Rimasto scoperto dopo la partenza, con Brezza du Kras, Blackflash Bar e Babirussa Jet sistematesi in quest’ordine alla corda, EB ha subito realizzato che prima o poi con Birba Caf avrebbe trovato la schiena della grande favorita («Volevo mettermi sotto, nelle mie previsioni di corsa, e invece la fortuna è stata restare di fuori») e così se l’è presa comoda, senza avvicinarsi alla testa del gruppo. Respinto da Brezza du Kras sulla retta di fronte (28.3 per i primi 400 e 43.3 per i 600), al passaggio davanti alle tribune Santino Mollo ha puntualmente anticipato Birba Caf (km in 1.13) e così Bellei è andato... a dama grazie alla preziosa scia. Blackflash Bar ha pressato ulteriormente la battistrada al mezzo giro finale, però Federico Esposito ha continuato a tenerle botta fino in retta d’arrivo, dopo che sull’ultima curva Birba Caf s’era spostata in terza ruota anticipando Bonneville Gifont e Bahamia, questa finita in quinta corsia. Blackflash Bar ai 100 conclusivi ha sì risolto il duello con Brezza du Kras ma poco ha potuto sull’avanzata incontenibile di Birba Caf. Bonneville Gifont e Bahamia, anche loro da elogiare, hanno occupato le altre piazze. Brezza du Kras ha invece chiuso a fatica sesta, dopo la tattica davvero infruttuosa di opporsi alla favoritissima.

«Pensavo di essermi garantito il secondo posto, ma la mia oggi ha fatto una roba mai vista e sono arrivato con del buono in mano. Se la merita, questa vittoria, perché è quasi un anno che corre alla grande: ha fatto passi da gigante», il commento soddisfatto di Bellei, che è anche l’allenatore di questa Orlando Vici della Super Fantastica, quest’anno piazzatasi nelle divisioni femminili di Andreani, Firenze e Città di Torino. Per Birba Caf è arrivato anche il “personale” assoluto: 1.12.7, fin qui aveva 1.13.1 sulla breve e 1.13.6 sulla media distanza.

BENGURION JET. Tra i maschi c’è stato lo show di Bengurion Jet (nella foto), atteso nel Città di Torino dopo l’impressionante prima uscita con il training dei Gocciadoro ma in quella circostanza sprecone con un errore allo stacco dalla macchina. Questa volta Alessandro Gocciadoro, che lo guidava per la prima volta, in partenza l’ha tenuto più tranquillo e sull’errore improvviso dell’iniziale leader Bacco del Ronco è stato abile a inserirsi tra Bristol Cr e Bonjovi Mmg. Di fronte ha anticipato in tempo l'avanzata di Bonjovi Mmg, chiedendo e ottenendo strada dal nuovo battistrada, che aveva rilevato Boltigeur Effe. E da lì in poi (44.3 per i primi 600 metri) l’ha messa giù abbastanza dura per tutti, con Bristol Cr in agguato nella sua scia e Bonjovi Mmg scoperto al largo, mentre Bleff Dipa al passaggio davanti alle tribune era ancora in una scomoda sesta pariglia. Bengurion Jet ha proseguito alla grandissima e agli altri non è rimasto che giocarsi le piazze, specie quando in retta d’arrivo ha allungato ulteriormente per essere rallentato da “Goccia” solo ben dopo il traguardo. Bleff Dipa con un finale dei suoi ha conquistato la piazza d’onore su Bristol Cr e sul generosissimo Bonjovi Mmg, rimasto in quota alla corda ma stanco dopo onerosissimo percorso tutto allo scoperto. Banderas Bi ha completato un Quinté senza vincitori.

«A Torino ha avuto una defaillance in partenza - il commento di Gocciadoro - Sono scattato più cauto, tenendolo in mano per non buttare via tutto, ma ho notato che sposta molto la figura in fuori, è un problema su cui lavorare per averlo al 100%. Sull’errore di Bacco del Ronco tutti si sono lanciati in avanti, io non ho anticipato Bristol Cr ma sono riuscito a prevenire Bonjovi Mmg, per poi uscire e ottenere strada da Gaetano (Di Nardo, che era su Bristol Cr - ndr). Bengurion Jet è un cavallo molto potente, anche troppo: tocca sgambarlo un po’, l’avevo lavorato anche ieri mattina. Punterà sicuramente al Triossi di fine giugno a Roma, vediamo però se fargli disputare una corsa prima di allora: magari a Padova per apportare e valutare qualche modifica, anche perché non l’avevo mai guidato prima di oggi. E comunque in pista piccola dovrebbe trovarsi bene».

Bengurion Jet è un Maharajah finora segnalatosi in particolare per i terzi posti nel Verroken 2019 e nel Città di Napoli 2020. Fino all’anno scorso era allenato da Marco Smorgon per la Bruni Racing Team AB, in inverno è stato acquistato da Gocciadoro per Le Siepi Horse Racing, formazione che fa capo a un paio di reggiani: Simone Castagnetti, miglior amico di Ale e già proprietario tra gli altri di Stella di Azzurra, e Piero Foglio, che invece in passato non era stato particolarmente fortunato con una O.

GP Regione Campania femmine (gruppo 2, 88.000 €, m. 2100): 1. Birba Caf (E. Bellei) 12.7, 2. Blackflash Bar 12.8, 3. Bonneville Gifont 12.9, 4. Babirussa Jet 13.0. Tot. 4,30 1,01 1,00 1,07 (19,32) Trio 242,32.

GP Regione Campania maschi-TQQ (gruppo 2, 88.000 €, m. 2100): 1. Bengurion Jet (A. Gocciadoro) 12.7, 2. Bleff Dipa 13.6, 3. Bristol Cr 13.7, 4. Bonjovi Mmg 13.8, 5. Banderas Bi 13.9. Tot. 4,45 1,88 2,55 12,60 (17,60) Tris 1-14-7, 147,68 € per 37 vincitori; Quarté 1-14-7-11, 720,44 € per 4 vincitori; Quinté 1-14-7-11-4, n.v.

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti