Un acquisto da Derby

Dopo il Parioli conquistato con Fayathaan, un altro colpo di Roveda in Inghilterra in vista del 23 maggio: Juan de Montalban, un Lope de Vega allenato da Balding, appena rientrato con una vittoria a Sandown
Un acquisto da Derby
di Mario Viggiani

È partito il vero conto alla rovescia, per il Derby Italiano di galoppo: non c’è più tempo per i trial di avvicinamento (l’ultimo è stato il Filiberto, con Flag’s Up che ha sparigliato non poco le carte per il 23 maggio), resta tuttavia la possibilità di muoversi sul mercato estero e provarci con la novità dell’ultimora. Dopo anni di immobilismo tricolore, nel 2020 è stata quella la soluzione che al primo tentativo ha consegnato il Derby alla MAG Horse Racing con Tuscan Gaze (anche se manca sempre l’ultima parola legale, sulla regolarità dell’iscrizione del vincitore, da parte del TAR del Lazio che chissà quando si pronuncerà...). E allora anche stavolta c’è qualche proprietario che ci sta provando. Anzi: uno ci ha provato e ha comprato.

Il Parioli è andato a buon fine, dopo aver pescato Fayathaan in un’asta “on line” a inizio febbraio, e allora Luigi Roveda è tornato a far spesa in Inghilterra. Sempre molto attivo e reattivo, con la moglie Giuseppina Siciliano, Roveda ha acquistato Juan de Montalban, che finora ha corso per la proprietà di un’altra coppia di coniugi molto appassionati, Mick e Janice Marescotti, e il training di Andrew Balding, che l’aveva acquistato da yearling per 85.000 ghinee. A 2 anni questo sauro da Lope de Vega con madre da Samum ha debuttato in agosto con un quarto posto a 25/1 in una “novice” sul miglio a Haydock, per poi finire terzo da favorito sotto la pari a settembre in una maiden sui 2000 metri a Goodwood e vincere infine da controfavorito una “novice” in ottobre ancora a Goodwood sui 1800, tutte corse di discreta qualità. A 3 anni è rientrato il 23 aprile vincendo ancora, da controfavorito: ha precededuto di una lunghezza Fabilis in un handicap “class 3” a Sandown sui 2000 (nella foto). Insomma, un cavallo regolare e sincero, bel lottatore, tanto da front runner (all’ultima uscita) quanto a rinvenire sugli avversari (alla penultima, dopo retta d’arrivo non semplicissima), iscritto da Balding anche alle King Edward VII Stakes al Royal Ascot.

Tuscan Gaze l’anno scorso si presentò in Italia con un RPR di 91, Juan de Montalban lo farà con 95 (e un Timeform di 98P). Sono sauri tutti e due, entrambi partenti nel Derby dopo due vittorie consecutive. Staremo a vedere se il risultato sarà lo stesso... Juan de Montalban in Inghilterra è sempre stato montato da Oisin Murphy, qui in Italia farà coppia con Alberto Sanna che per i Roveda ha subito vinto il Parioli con Fayathaan. Nel periodo di Covid e Brexit, piuttosto, è sempre complicato spostare i cavalli dall’Inghilterra nel resto d’Europa: in caso di complicazioni, possibile quindi che Juan de Montalban arrivi magari nell’imminenza del Derby in aereo, a 2-3 giorni dalla corsa, dopo aver comunque completato la preparazione con Balding a Kingsclere.

A proposito di Fayathaan, sembrava che il vincitore del Parioli fosse sul punto di prendere la via degli Stati Uniti, come Wakanaka, e invece continuerà a correre qui per i Roveda.

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti