L'Estran pareggia Or Jack

Il portacolori della Scuderia Aichner emula il francese diventando il secondo ostacolista a vincere tre edizioni consecutive del GP Merano. Tattica perfetta dei gialloneri: prima in testa Il Superstite, poi Notti Magiche, nessuna chance per gli avversari sull'avanzata finale del grande favorito
L'Estran pareggia Or Jack

L’Estran ce l’ha fatta: ha chiuso il tris nel GP Merano (nella foto), adesso c’è anche lui nell’albo d’oro con tre successi di fila (dal 2019 al 2021) dopo che fin qui c’era riuscito soltanto il francese Or Jack (dal 1994 al 1996) e in precedenza Aegior ma non consecutivamente (1955, 1959, 1961).

Per realizzare quest’impresa il proprietario meranese Josef Aichner e l’allenatore ceco Josef Vana jr hanno schierato quattro cavalli, sul percorso sempre impegnativo di Maia, con i suoi 5000 metri e 24 ostacoli (arrivati al traguardo solo sette dei dodici partenti). E alla fine il merito del successo di L’Estran, anche stavolta affidato al terzo Josef del gruppo, il fantino ceco Bartos, va condiviso con gli altri gialloneri: prima s’è prodigato da brillante battistrada Il Superstite (rilevato al secondo passaggio davati alle tribune e poi fattosi da parte sulla curva di Marlengo) e poi l’11enne Notti Magiche, capaci di garantire entrambi un ritmo di corsa che non hai concesso spazio agli avversari, con una staffetta davvero perfetta. Ai 500 finali L’Estran, rimasto sempre vicino, ha dribblato il compagno Notti Magiche dopo il verticale per filarsene verso il traguardo all’imbocco della curva conclusiva. Embrun d’Odairies, con Alessio Pollioni in sella, ha cercato di insidiarlo in retta d’arrivo ma il favorito, dopo un’esitazione nell’approccio all’arginello, ha reagito in modo splendido e alla fine ha lasciato il francese a 3 lunghezze. Northerly Wind si piazzava terzo addirittura 18 lunghezze più indietro, con l’ammirevole Notti Magiche ancora quarto.

Nelle altre due corse di gruppo 1 del pomeriggio meranese, ci sono stati i successi del polacco Isatis de l'Ecu (con Luigi Maceli in sella) nel Gran Criterium d'Autunno e dell'imbattuto francese Spes Militurf nella Corsa Siepi dei 4 anni.

Gran Criterium d’Autunno (gruppo 1, 66.000 €, m. 3300 siepi): 1. Isatis de l’Ecu (L. Maceli), 2. Ocean Life, 3. Tkliwy Nihilista, 4. King Power. Distacchi: 1 1/2 - 1/2 - 12. Tot. 2,22 1,48 1,51 1,49 (6,57) Trio 24,69.

Corsa Siepi dei 4 anni (gruppo 1, 66.000 €, m. 3500 siepi): 1. Spes Militurf (K. Dubourg), 2. Henri Le Farceur, 3. Big City, 4. Brillon du Fouquet. Non ha corso Roncal. Distacchi: 5 - 11 - 1 3/4. Tot. 1,94 3,08 2,19 1,59 (13,89) Trio 72,43.

GP Merano-Alto Adige (gruppo 1, 250.000 €, m. 5000 steeple): 1. L’Estran (J. Bartos), 2. Embrun d’Odairies, 3. Northerly Wind, 4. Notti Magiche. Distacchi: 3 - 18 - 3 1/2. Tot. 1,59 3,23 1,34 1,57 (60,89) Trio 244,18.

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti