Feydeau Seven passa alla cassa

Davidson du Pont butta via il successo nel Belgique con un errore a traguardo vicino, vince Jean Michel Bazire con il cavallo da lui allevato. Zacon Gio in testa a fine discesa ma senza argomenti a conclusione della salita, Violetto Jet ancora squalificato per rottura, Cokstile tranquillo decimo senza sprecare energie. Invasione solitaria pre-corsa
Feydeau Seven passa alla cassa

Il Belgique ha dato gli ultimi responsi per l’Amerique di domenica 30. Feydeau Seven con Bazire padre, “le roi” Jean Michel, ha raccolto la vittoria buttata via da Davidson du Pont con Bazire figlio, Nicolas: sempre più disarmante nei suoi galoppi rovinosi, Davidson, stavolta a traguardo ormai prossimo. I nostri? Violetto Jet ha collezionato la terza rottura consecutiva, qui arrivata all’imbocco della discesa, quando era secondo in corda dietro il leader Express Jet, e sprecato così la chance estrema di guadagnarsi la partecipazione alla classicissima. Cokstile è arrivato tranquillo decimo con tutti e quattro i ferri, dopo essersi ritrovato terzo in corda e poi rimasto giustamente a guardare senza sforzi inutili («Ha fatto un buon lavoro, mi piace sempre più perché sa leggere e scrivere», il commento di Gabriele Gelormini). Zacon Gio ha chiuso dodicesimo al rallentatore dopo una prestazione a due facce: è passato in testa alla fine della discesa, nonostante l’intralcio di Gu d’Heripre scarrierante al momento della sua avanzata, è stato presto rilevato sulla salita da Davidson du Pont, gli è rimasto in schiena ma prima del completamento della stessa in un niente ha mollato la presa ed è finito fuori corsa.

IL VINCITORE. Feydeau Seven, un 7 anni da Redeo Josselyn, restava sul successo nel Lille. Oggi è rimasto a lungo fuori dalla mischia, JMB sulla salita ha però prontamente seguito le mosse di Delia du Pommereux e sull’ultima curva, sul minimo allargamento dell’avversaria poi eclissatasi in retta d'arrivo, è stato bravo a infilarla all’interno per lanciarsi sulle tracce di Davidson du Pont e passare infine all’incasso sull’errore di quest’ultimo. «Senza quello - ha riconosciuto Bazire sr - non avrei certo vinto. Feydeau Seven meritava un risalto così importante e per me, che ne sono allevatore, è una grande soddisfazione portarlo all'Amerique».

RITARDO. Il Belgique s'è disputato con dieci minuti di ritardo, necessari al servizio d'ordine per bloccare e portare fuori dalla pista un solitario invasore. L'episodio non è stato trasmesso dalle telecamere che "coprivano” in diretta la corsa parigina.

AMERIQUE. Completata la serie delle corse di qualificazione, al grande appuntamento in programma tra due settimane sono quindi ammessi di sicuro 11 cavalli: Face Time Bourbon, Etonnant e Ganay de Banville (primi tre del Bretagne), Rebella Matters (terza nel Bourbonnais), Hohneck (vincitore del Criterium Continental), Galius (vincitore del Tenor de Baune), Cokstile, Vivid Wise As, Billie de Montfort (primi tre del Bourgogne); Feydeau Seven, Diable de Vauvert (primi due del Belgique). Gli altri sette, per completare il roster massimo di 18 partenti, accederanno in base alla somme vinte: Zacon Gio e Vitruvio rientrerebbero tra questi (gli altri ammessi, su una ipotesi di iscritti attendibili, sarebbero Bilibili, Davidson du Pont, Milligan's School, Bahia Quesnot e Delia du Pommereux), staremo a vedere se correranno o meno.

Prix du Belgique (gruppo 2, 120.000 €, m. 2850): 1. Feydeau Seven (J.M. Bazire) 12.4, 2. Diable de Vauvert 12.6, 3. Rebella Matters 12.8, 4. Express Jet 12.8, 10. Cokstile 13.7, 12. Zacon Gio 14.9, Violetto Jet rp. Tot. in Italia 4,61 2,01 5,27 3,09 (56,15) Trio 828,90. Tot. in Francia 5,50 2,70 4,80 4,00 (51,80) Trio 440,00.

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti