Due passi avanti, due indietro

Individuate le risorse per sopperire al taglio delle spettanze agli ippodromi e per rinforzare il montepremi, ma pressochè tramontati il pagamento dei premi tramite le società di corse (si preannuncia un presidio di protesta al MEF) e la direzione generale del settore. Galoppo: Dettori vince a Meydan, due terzi posti in pattern per Fresu, caduta per Atzeni, Ghiani settimo e di ritorno in Inghilterra; vittorie per Rispoli e Jaures Marcialis. Trotto: Valzer di Poggio e Victor Ferm contro Cleangame, ieri un successo per Gelormini; oggi TQQ a Treviso con jackpot Quinté
Due passi avanti, due indietro

OGGI - Ore 16.45 TQQ a Treviso (t, 7ª corsa, m. 1609) Jackpot: Quinté 5.922,15 €. Favoriti: 3-7-8-6-14. Sorprese: 5-2-9. Inizio convegno alle 14.05. Corse anche a Roma (t, 14), Siracusa (g, 14.10), Aversa (t, 15). Tv: diretta UnireSat.

IERI - TQQ a Napoli: Tris 3-4-7, 447,39 € per 69 vincitori; Quarté 3-4-7-1, 1.783,35 € per 4 vincitori; Quinté 3-4-7-1-10, n.v.

FRANCIA - Nel trotto oggi a Vincennes si avvierranno allo start Valzer di Poggio e Victor Ferm in un gruppo 3 che vedrà Cleangame chiamato a rendere fino a due nastri sulla lunga distanza. Ieri intanto una vittoria per Gabriele Gdelormini (6 nel 2022), con Big Boss a 10/1 in una course B.

Ieri galoppo a Cagnes sur Mer: handicap (22.000 €, m. 1500 aw) 7. Gardol Moon, 11. La Flaca. Oggi trotto a Vincennes: Prix de Brest (gruppo 3, 90.000 €, m. 2850-2875-2900) Valzer di Poggio, Victor Ferm. Oggi galoppo a Pornichet La Baule: handicap (17.000 €, m. 3100 aw) Ivan The Zar.

INGHILTERRA - Ieri galoppo a Southwell: handicap (6.010 lst, m. 1200 aw) 5. Malorie.

EMIRATI ARABI/1 - A Meydan un settimo posto per Marco Ghiani al debutto nel Carnival, con l’irlandese J J Jumbo in una condizionata per gli sprinter di 3 anni, il Dubai Trophy (100.000 $, m. 1200): lunedì “Linus” riprenderà a montare in Inghilterra, con un ingaggio a Kempton. Nel convegno una vittoria per Lanfranco Dettori, con Island Falcon nel Derby Trial (60.000 $, m. 1800). Antonio Fresu terzo con Zainhom nell’Al Fahidi Fort (gruppo 2, 180.000 $, m. 1400) e con On The Warpath nelle Dubawi Stakes (gruppo 3, 150.000 $, m. 1200 dirt), rispettivamente vinti da Naval Crown e Al Tariq. All’ultima corsa Andrea Atzeni è finito giù da Lost Eden, che gli ha fatto perdere la posizione in sella per essersi inginocchiato qualche metro dopo la sgabbiata. Godolphin ha fatto la voce grossa, con quattro successi in sette corse: ha montato per lo squadrone azzurro anche Gabriele Malune, sesto con Night of Luxury nel trial per le 2000 Ghinee locali.

EMIRATI ARABI/2 - In archivio il secondo appuntamento di ieri del Carnival 2022, l’ippodromo Meydan si appresta a una vera e propria novità: domani per la prima volta ospiterà un convegno domenicale (che comunque non fa parte del meeting internazionale). Inizio alle ore 14.30 locali (le 11.30 italiane) e conclusione alle 18 (le nostre 15): ben 99 i partenti nelle 7 corse in programma, per una media di 14,1.

BAHRAIN - Ieri a Sakhir una vittoria per Jaures Marcialis (3 nella stagione), con Overseas in una maiden.

STATI UNITI - Ieri a Santa Anita una vittoria per Umberto Rispoli (5 nel 2022), con Tony Ann in una allowance optional claiming.

MIPAAF - Il sottosegretario sen. Francesco Battistoni ha incontrato ieri mattina i rappresentanti degli ippodromi. Come s’era già ben delineato, pare tramontata la possibilità di demandare, anzi di tornare al pagamento dei premi affidandolo alle società di corse (proprio per i laborioso rapporti in essere tra queste ultime e il Mipaaf), né al momento ci sono le condizioni per la definizione di una direzione generale “dedicata” esclusivamente al comparto ippico: entrambe le opzioni erano state annunciate nell’incontro pubblico del 17 dicembre a Roma, la prima peraltro indicata come... realtà per il mese di febbraio. In un “capitolo” di bilancio sono state invece individuate risorse per 6,5 milioni (cifra equivalente al taglio in origine indicato dal MEF) da destinare ai contratti degli ippodromi (e da sommare ai 3 già recuperati per i “nuovi” ippodromi con l’emendamento Faraone) e 1 milione per il montepremi. Le associazioni delle società di corse hanno confermato l’incontro già fissato per lunedì a Capannelle con le categorie e le organizzazioni sindacali. Possibile piuttosto a breve un nuovo e più affollato presidio delle categorie davanti la sede del MEF per protestare contro gli ormai cronici e insormontabili ritardi nei pagamenti dei premi: di sicuro quello di lunedì scorso davanti al Mipaaf non è stato affatto gradito da Battistoni, come esternato nell'incontro di ieri con i rappresentanti degli ippodromi.

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti