Edge, la storia di Habakkuk Baldonado su Dazn

Disponibile il docufilm sul sogno del defensive end italiano dei New York Giants che da Roma è arrivato in NFL
Edge, la storia di Habakkuk Baldonado su Dazn
5 min

DAZN presenta EDGE - La storia di Habakkuk Baldonado, documentario che racconta l’incredibile vita del giovane romano che nel ruolo da defensive end ha conquistato il Football Americano entrando da undrafted free agent nella squadra dei New York Giants. Nella notte del 28 aprile si è tenuto il draft NFL 2023, e Haba - così lo chiamano gli amici – sarebbe potuto diventare leggenda come il primo giocatore di "scuola italiana" mai selezionato al draft. Nonostante non sia riuscito nell’impresa, a poche ore dall’evento il suo sogno di giocare in NFL si è comunque realizzato, portando a casa un contratto con la prestigiosa e titolata franchigia di New York.

La storia di Edge

La storia di Habakkuk Baldonado ripercorre, grazie a un’emozionante linea narrativa, le tappe suo percorso personale e sportivo e lo svolgimento del Draft, con le scelte dei team che si susseguono una dopo l’altra, e l’attesa della fatidica telefonata. Cresciuto a Roma, Haba - come tanti adolescenti, - ha cominciato a giocare a calcio a scuola, ma presto la sua curiosità è stata attirata dallo sport più popolare degli Stati Uniti, il football americano. Una curiosità che velocemente diventa passione: inizia nei Lazio Marines, la sua prima squadra nel quartiere dell’Eur ed è lì, grazie al suo allenatore Guido Cavallini, che riesce a mettersi in contatto con l’head coach della Clearwater Academy Int. vicino Tampa in Florida. In fretta e furia, a soli 17 anni ma con tanta voglia di crescere e lottare, si trasferisce oltre oceano per rincorrere il suo sogno. Subito un grave infortunio che mette a serio repentaglio la sua carriera, ma Haba riesce a riprendersi e a giocare una grande stagione, attirando le attenzioni dei più prestigiosi college degli Stati Uniti. Approda all’università di Pittsburgh, dove passa anni intensi e difficili e si trova a lottare contro la sfortuna e gli infortuni. Grazie alla sua forza d’animo riesce ancora una volta a sollevarsi e raggiungere traguardi importanti, migliorando esponenzialmente la qualità del suo gioco, diventando finalmente eleggibile per il Draft.

Il sogno di Baldonado

Iniziano i test preparatori, le partite di avvicinamento con il Pro Bowl, l’East-West Shrine Bowl e la Combine, ma l’ultima montagna da scalare, l’ultimo fondamentale step di questo difficile percorso è il Draft 2023, il processo di selezione dei migliori giocatori provenienti dalle università americane da parte delle franchigie della NFL. Haba decide di vivere questo momento a Clearwater, nella casa della sua host family, accompagnato dalla mamma Paola e dal fratello Jonathan, nella speranza di ricevere la fatidica telefonata da parte di qualche squadra. Sono le giornate più importanti di tutta la sua carriera, un susseguirsi di colpi di scena che lo metteranno ancora una volta a dura prova: attesa, speranza, decisioni da prendere in tempi brevissimi e momenti di alta tensione. Habakkuk Baldonado non é diventato il primo giocatore italiano scelto nel Draft NFL, ma il suo sogno si è comunque realizzato subito dopo, firmando da undrafted free agent per i New York Giants. “Edge” narra di una grande passione, di una vita dedicata alla rincorsa di un sogno, ma è anche un viaggio nel dietro le quinte dell’NFL, uno sport in cui tutto diviene spettacolo, a partire dal processo di selezione dei giocatori.

Le parole di Baldonado

Un mondo competitivo e affascinante, con delle logiche e dei meccanismi diversi da quelli di qualsiasi altro sport. “Questo progetto serve a dare voce al mio racconto, mi auguro possa essere d’esempio, e che possa ispirare chiunque stia cercando la forza per rincorrere i propri sogni, quanto più pazzi e bizzarri essi possano essere. Spero inoltre che il mio percorso possa motivare ancora di più tutti i ragazzi che vogliono cominciare a praticare questo bellissimo sport in Europa. La mia vita è stata piena di battaglie e ostacoli imponenti che ho sempre affrontato e superato a testa alta senza mai tirarmi indietro, e che mi hanno fatto arrivare fino al punto in cui mi trovo oggi. Finché potrò respirare continuerò a lottare per raggiungere i miei sogni ed i miei obiettivi. Non mollate mai, e più importante non smettete mai di sognare.” commenta Habakkuk Baldonado, giocatore di football americano per i New York Giants. “Quella di Habakkuk Baldonado è una vicenda a prova di retorica, ed è un bel sollievo. È una radiografia artistica che si insinua poco alla volta nella vicenda personale di Baldonado, giocando tra ricordi personali secchi e pareri di chi gli ha voluto bene e chi lo ha incontrato nel suo percorso. Due categorie che coincidono, e anche questo dà l’idea del personaggio. - dichiara Roberto Gotta – telecronista NFL di DAZN e co-autore del documentario - Siamo con lui ma non siamo lui, e questo ci permette di ammirarlo ancora di più".


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti