Mattarella agli atleti paralimpici:
© UFFICIO STAMPA
Nuoto
0

Mattarella agli atleti paralimpici: "Siete una magnifica rappresentazione dell'Italia"

Il Presidente della Repubblica ha ospitato stamane al Quirinale la Nazionale italiana di nuoto paralimpico che ha vinto il medagliere agli ultimi Mondiali di Londra conquistando 50 medaglie: "Il nostro paese cresce insieme a voi"

ROMA - "Avete dato un grande contributo con questi risultati, avete fatto risuonare tante volte l'inno nazionale ma il contributo che date alla vita quotidiana è altrettanto importante: il nostro Paese cresce insieme a voi. Trasmettete un grande messaggio a tutta l'Italia: grazie per le vostre attività e per il vostro impegno, siete una magnifica rappresentazione dell'Italia". Sono queste le parole attraverso le quali il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha dato il benvenuto alla Nazionale italiana di nuoto paralimpico, che ha vinto il medagliere agli ultimi Mondiali di Londra conquistando 50 medaglie, e stamane è stata ospite del Capo dello Stato al Quirinale. "Per me è un grandissimo piacere avervi qui - prosegue Mattarella - avete conseguito grandissimi risultati. Siete campioni del Mondo: bravissimi". Con soddisfazione Mattarella, poi, sottolinea: "Cinquanta medaglie sono un bel patrimonio, ma ci sono altre due cose importanti: il numero così alto degli atleti della federazione (900). È un grande numero, è un movimento in crescita. La curva ascendente che c'è stata nelle medaglie è il segno della partecipazione che cresce nel nuoto paralimpico. Molti ragazzi studiano, alcuni sono già laureati, questo sentirsi responsabili del loro futuro è di straordinaria importanza",  conclude il Presidente della Repubblica.

Pancalli: "A Tokyo con positività"

Durante l'incontro con Mattarella è intervenuto anche Luca Pancalli. Il presidente del Comitato Italiano Paralimpico (CIP) ha voluto sottolineare il grande risultato ottenuto ai Mondiali di Londra: "Questi ragazzi hanno fatto qualcosa di straordinario, inimmaginabile sino a qualche tempo fa: l'Italia ha messo dietro tutte le altre nazioni. Mai successo nella storia dello sport paralimpico, questo risultato ha fatto un rumore straordinario all'estero. L'aggettivo più utilizzato era impressionante. Per me è sempre un privilegio e un orgoglio accompagnare gli atleti della nostra famiglia qui nella casa di tutti gli italiani - ha sottolineato il numero uno del Cip-". Uno sguardo, poi, anche al futuro e alle Paralimpiadi di Tokyo: "Guardiamo a questo appuntamento con grande apprensione, ma consapevoli di poter fare bene. Credo che lo sport paralimpico italiano stia rappresentando questo Paese, non solo per i risultati, ogni atleta sa che ogni propria parola può aiutare qualcun altro, noi mettiamo in moto il capitale umano di un valore sociale importante". Ultimo ringraziamento poi a Mattarella: "Dal primo momento ci ha dedicato un'attenzione e un affetto che per noi è benzina e responsabilità per non deluderla".

Tutte le notizie di Nuoto

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti