Nuoto
0

Olimpiadi, Pellegrini: "Rinvio giusto, ma preferivo agosto"

La nuotatrice azzurra: "spero che un anno in più non cambi nulla. Metto all'asta i miei cimeli per gli ospedali di Bergamo"

Olimpiadi, Pellegrini:
© LAPRESSE

VERONA - "Al netto di tutta questa situazione tragica, è logico che avrei preferito gareggiare fra tre mesi, alzare la mano, salutare tutti e iniziare una nuova vita. Ma il rinvio era la decisione più giusta". Ospite di "Un giorno da pecora" su RadioUno, Federica Pellegrini concorda con la scelta del Cio di posticipare al 2021 i Giochi di Tokyo alla luce dell'emergenza coronavirus. La Divina, 32 candeline il prossimo 5 agosto, avrà un anno di più "ma spero che non cambi molto anche se la mia è un'età abbastanza avanzata per una nuotatrice, sia adesso che nel 2021. Spero che la mia vita non si stravolga nel giro di un anno". La Pellegrini è  'reclusa' nella sua abitazione di Verona ("Per adesso sta passando, mi sto godendo casa, sto cucinando un po' di più, mi sto dedicando anche allo stirare") e nel frattempo lavora a una raccolta fondi per l'Ospedale di Bergamo. "Se le prove tecniche andranno bene, dovrebbe partire per Pasqua-Pasquetta". E fra i suoi cimeli sportivi messi all'asta anche "gli occhialini che ho indossato ai Giochi di Pechino 2008", quelli dell'oro olimpico conquistato nei 200 sl"

Federica Pellegrini, cimeli all'asta per l'ospedale di Bergamo

Tutte le notizie di Nuoto

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti