Andrea Balducci, il pioniere del padel

Le parole del primo giocatore italiano nonchè collaboratore con l'accademia del CT della Nazionale azzurra femminile Marcela Ferrari
Andrea Balducci, il pioniere del padel

Da tutti è riconosciuto come il primo giocatore italiano di padel. Andrea Balducci è una vera fonte di sapere su questa fantastica disciplina che ormai spopola anche in Italia: "Sono nato a Monza ma mi sono trasferito a Barcellona quando avevo tre anni, per motivi di lavoro di mio padre. Ho praticato tutti gli sport da racchetta fino a provare il padel, per la prima volta, nel 1986, in occasione dell’inaugurazione di un campo all’interno di una palestra di proprietà di due ex giocatori del Barça, Victor Munoz e Pichi Alonso. All’epoca a Barcellona c’erano pochi campi, fino al 1998-99 quando iniziò il padel organizzato. Da quella prima volta, continuai a giocare assiduamente, fino a diventare, nei primi Anni Duemila, prima Categoria nella Catalogna e istruttore della Federazione Spagnola di Padel". Andrea non ha mai smesso di tornare in Italia, sia per ritrovare la sua famiglia che per far conoscere il padel nel Belpaese: "Sono sempre stato convinto che anche in Italia questo sport potesse crescere e ora questo boom non mi sorprende. Italia e Spagna sono Paesi simili e a inizio Anni Novanta quando parlavo di padel in pochi mi capivano. Finito il mio lavoro nel Barcellona con la Presidenza Laporta nel 2011, presi un anno sabbatico e capii che potevo essere un ponte tra Spagna e Italia portando il know how della metodologia spagnola, materiali e contatti".

"Entro 10 anni l'Italia raggiungerà la Spagna"

Andrea Balducci, proprietario del marchio padelbarcellona.it, attualmente collabora con l’Accademia del CT della Nazionale azzurra femminile Marcela Ferrari ed è il rappresentante in Italia di diversi giocatori, tra cui Fernando Belasteguin: "Portai Bela a Roma la prima volta nel 2013, insieme a Juan Martin Diaz e Agustin Gomez Silingo". Questa è la sua ricetta per chi vuole investire in questo sport: "Avere solo 2-3 campi non porta lontano e limiterebbe la scuola padel. Per diminuire il gap con i giocatori professionistici stranieri bisognerà investire molto su scuola, tecnici e giocatori ma sono certo che entro 10 anni l’Italia raggiungerà il livello della Spagna".

Approfitta del Black Friday!

L'edizione digitale con un maxi-sconto

Approfitta dell'offerta a soli 59,99€ per un anno!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti