Avantgarden, il salotto "social" nel cuore di Palermo

Il circolo del capoluogo siciliano è un punto di riferimento per professionisti e appassionati
Avantgarden, il salotto "social" nel cuore di Palermo
3 min
Tagspadel

Con i suoi campi rosa e blu è diventato in poco tempo uno dei simboli del padel a Palermo. È il circolo Avantgarden Padel, nel cuore del capoluogo siciliano. Un vero e proprio salotto dello sport palermitano e una nuova realtà d’eccellenza nel mondo del padel con il suo team di professionisti di alto livello. Il circolo è nato all'interno di un rinomato centro fitness, la Virgin Active, là dove precedentemente c'era una palestra con oltre 40 anni di storia. Un marchio come una garanzia che adesso prosegue il suo percorso puntando forte sul padel con cinque campi di ultima generazione e due spaziose tribune. Tutto è nato nell'ottobre del 2020, proprio mentre si stavano allentando le restrizioni legate alla pandemia. «Avantgarden Padel sempre al passo con le nuove tendenze, si presenta come un grande network sociale a cielo aperto - racconta Antonio Imburgia, l'amministratore del circolo -. Un club nel cuore della città di Palermo, ormai diventata una sorta di cittadel- la dello sport per giocatori ama- toriali e professionisti, che ospita la prima Academy School per ragazzi».

Inclusione

Tanti i progetti abbracciati. Tra cui quello che coinvolge bambini e ragazzini autistici. Obiettivi principali: quello di "includere" e diffondere il padel anche nelle scuole per avvicinare i più giovani a questo sport. Si inquadra in questa ottica ad esempio il progetto “Racchette in classe”. È una “missione” densa di significati quella portata avanti dal circolo Avantgarden. «Bisogna considerare – aggiunge l'amministratore – che trovandoci nel centro di Palermo, a due passi da via Libertà, siamo circondati da scuole. Gli istituti coinvolti partecipano con grande entusiasmo ai progetti legati al padel. Siamo convinti che non esiste solo il calcio: l'obiettivo dell'iniziativa, che è stata sposata dalla Federazione, era appunto quello di avvicinare i più giovani agli sport minori. La mattina, quando i campi non sono affittati, le scolaresche vanno a lezione di padel accompagnati dai loro maestri di educazione fisica». C'è poi da sottolineare l'importanza della scuola di padel, che coinvolge quasi 300 persone di ogni età e il progetto dell'Academy «che coinvolge bambini e ragazzini dai 10 anni in su con i nostri maestri Antonio Campo, uno dei più forti giocatori di padel in Sicilia, ex tennista, e Giuseppe Nicoletti – prosegue Imburgia -. I campi sono sempre pieni, c'è stata una grande risposta e siamo or- gogliosi di tutto questo. In futuro c'è l'idea di creare altre strutture amovibili anche se qua a Palermo c'è caldo per 10 mesi l'anno: in questo periodo si sfiorano i 30 gradi. Stiamo pensando di aumentare il numero dei campi magari creando delle succursali o attraverso dei gemellaggi con altri impianti per realizzare una rete di circoli top».


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti