Padel, i segreti per la perfetta alimentazione e per giocare al massimo

I consigli di Federica Mastronardo, biologa nutrizionista del centro di medicina sportiva Sportkinetic
Padel, i segreti per la perfetta alimentazione e per giocare al massimo
Tagspadel

Mangiare bene serve a tutti, ma soprattutto agli sportivi. Ne parliamo con la biologa nutrizionista Federica Mastronardo, che lavora al centro di medicina sportiva Sportkinetic di Roma. 

Quali regole alimentari deve seguire uno sportivo?
"Quando parliamo di sport, l’atleta deve seguire delle regole comportamentali non solo su cosa mangiare, ma anche su quando mangiare".

Quindi c’è un timing che detta i tempi sull’orario dei pasti in funzione dell’attività fisica che l’atleta svolgerà?
"Sì, un corretto timing permetterà di raggiungere il massimo risultato nella performance e di recuperare rapidamente. La scelta di certi alimenti nutrizionali in determinati momenti della giornata è importante per l’energia mentale e fisica, soprattutto negli sport ad alta intensità. Nutrirsi non significa solo scegliere cosa mangiare, ma anche quando mangiare. Nello sport questo riesce a cambiare la performance dell’atleta".

Alimentarsi vuol dire anche bere correttamente?
"È certamente importante anche una corretta idratazione. Molti non sanno che, per idratarsi bene, non è importante solo la quantità dei liquidi ingeriti, ma anche la frequenza del bere nell’arco della giornata".

La sua opinione sugli integratori?
"Da preferire quelli ricchi di magnesio e potassio. Mai comunque gli integratori devono sostituire una sana nutrizione. Basta un semplice emocromo per sapere della vitamina B che troviamo nelle carni bianche oppure nei legumi e nelle verdure. Vitamine importanti sono anche la D per le difese immunitarie, ottima per combattere il Covid. Questa vitamina spesso è più carente nell’uomo. La troviamo nel parmigiano, nei latticini, nei funghi, nelle verdure e nell’uovo, sia nel tuorlo che nell’albume".

Consigli specifici per il padel?
"Nel gioco ci sono picchi cardiaci e pause; questo aiuta il metabolismo, ma bisogna allenarsi in parallelo con esercizi di resistenza quali i circuiti ad alta intensità. Prima di entrare in campo consiglio di mangiare carboidrati almeno 90 minuti prima soprattutto ai giovani, ma anche alimenti proteici come il tonno e le carni bianche. Prima dell’impegno agonistico mai frutta e fibre oppure insalate e legumi, perché si digeriscono male. Ottima, durante i cambi campo, è una pausa con l’albicocca o la frutta secca come mandorle con la buccia. Per chi vuole dimagrire con il padel consiglio di aggiungere una corsetta lenta di almeno 30 minuti per bruciare il grasso profondo".

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti