Facce da Padel: Il contestatore !

Una delle figure "mitologiche" che si incontrano nei campi da Padel è quella del Contestatore
Facce da Padel: Il contestatore !
4 min
Tagspadel

A differenza di altri personaggi tipici che troviamo in questo sport, il modo di approcciare al gioco di questo giocatore, non determina delle caratteristiche specifiche e identificabili durante la partita. Piuttosto il suo gioco è fortemente condizionato dal suo modo di avere a che fare con gli avversari (e talvolta anche con il compagno di gioco).

Per quanto a livello tattico strategico, tra tutti, è quello che potenzialmente gioca in modo più regolare al vero padel, è l’identità più insidiosa tra le quattro che abbiamo evidenziato.Il nome che abbiamo scelto la dice lunga, il Contestatore infatti è quel giocatore che contesta la qualsiasi, a volte in modo legittimo ma spesso è capace di contestare o di mettere in dubbio anche situazioni inappellabili da qualsiasi punto di vista.
È il giocatore che vorrebbe buono un punto finito platealmente a vetro.
Oppure quello che su un lungolinea subito sostiene che la palla ha toccato la parete, oppure non l’ha assolutamente sfiorata se lo ha realizzato.
È il giocatore che, se gli altri sono esasperati dalle lamentele e in accordo per ripetere il punto, lui ancora va avanti con le sue ragioni e continua a borbottare per i tre punti seguenti.
Chiama fuori battute valide.
Interrompe più volte il gioco perché in disaccordo sull’esito dell’ultimo punto.
Si lamenta e corregge spesso il proprio compagno di squadra ma quando l’errore lo fa lui è colpa della qualsiasi: il sole, le nuvole, la pala, il laccio delle scarpe, il compagno che doveva intervenire ecc. ecc.

Come sfidare un Tennista

In conclusione, a prescindere dalla sua reale capacità di giocare, è un giocatore insidioso perché ha l’innata capacità, il talento di innervosire profondamente gli avversari.
Diciamolo, è insopportabile e rende spiacevole la partita.
A questo punto, quando gli avversari sono innervositi e abbacchiati, lui si esalta e tutto gli riesce facile. In questa fase ci rendiamo anche conto che è in grado di sorridere perché ha la partita in pugno.
Perché la vera verità è che se all’apparenza appare un po’ instabile, lui è assolutamente centrato e indistruttibile, insensibile a qualsiasi interferenza esterna, va avanti come un bolide per la sua strada.

Come ci si difende da un giocatore del genere?

Eh, non è semplice e anzi, è tanto più difficile quanto più è importante la partita che stiamo giocando.
Se è una partita di circolo poco male, alla peggio sai che con quel giocatore eviterai di organizzare nuove partite… ma se lo incontri in torneo?
C’è una sola strategia che deve diventare un mantra per te… non devi fare il suo gioco, devi riuscire a non innervosirti e anzi, da noi si direbbe “mandare in vacca” le sue contestazioni.
Più ti arrabbi infatti, più lui si sente forte a continuare il suo gioco ma se non attecchisce e non solo, viene preso a ridere, si affloscia come un palloncino bucato (e sarà lui a scegliere di non giocare più altre partite con te).
Trova quindi il modo di riportare la situazione al gioco quale è il padel, concilia laddove la partita lo consente e gioca il più possibile sul suo punto debole per indurlo in errore (il suo compagno probabilmente ti sarà grato).
(in collaborazione con Mr Padel Paddle)


Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti