Padel Ruffini Torino in Serie A: il sogno diventa realtà

Un percorso avvincente e complesso per la società piemontese che dalla prossima stagione sarà nel massimo campionato
Padel Ruffini Torino in Serie A: il sogno diventa realtà
3 min

Un sogno diventato realtà in un giorno di metà autunno. Festa grande per il Padel Ruffini Torino promosso in Serie A per il 2022 a braccetto con Imola. Il verdetto, emesso dalle final four di Ostia dei campionati a squadre di B nei giorni scorsi, premia la tenacia della società piemontese. Se il Village Paddle Imola è stata la prima squadra ad assicurarsi il pass promozione, più complicato e avvincente è stato il percorso del Ruffini Torino. Necessario lo spareggio con i romani del Bola (la Canottieri Aniene non poteva per regolamento salire in Serie A, dove milita già la sua squadra maggiore). Gianluca Angilella, giocatore della formazione piemontese nonché proprietario del Ruffini Padel Club Torino, racconta l'impresa di Ostia: "Nel testa a testa decisivo i nostri Marco Cassetta e Juan Manuel Vazquez sono riusciti ad avere la meglio su una leggenda del padel come Juan Martin Diaz, un'icona di questo sport, e Alessio Luchetti. Una vittoria ottenuta in rimonta (3-6 6-3 6-4 il punteggio) che ci ha spalancato le porte della promozione". Angilella rivela gli ingredienti dell'inaspettato successo: "La forza del gruppo. Alla prima giornata abbiamo perso il nostro giocatore più forte, Diego Ramos. Ed è stato tutto molto complicato. Siamo riusciti a pareggiare contro il Bola e poi con l'Aniene alla terza giornata. Poi allo spareggio, con Cassetta e Vazquez, abbiamo vinto una partita incredibile". Nella prova del giovane torinese c'è tutta l'essenza dello spirito del Ruffini Padel. "Cassetta ha appena 21 anni. Nella partita decisiva ha sfoderato una grande prova. Per noi è un orgoglio. Lui è cresciuto nel nostro circolo, ed è allenato da Raul Rodriguez, possiamo dire che è un prodotto fatto in casa".

La prossima Serie A

La prossima Serie A quindi vedrà ai nastri di partenza Aniene Roma, Orange Acuero Roma, Mas Padel Catania, Monviso Sporting Club, Due Ponti Roma, Magic Padel Roma, Village Paddle Imola e appunto Beinasco Padel Ruffini Torino. "Siamo molto motivati - continua Angilella - e pronti a sfidare il Monviso in quello che sarà un derby avvincente, e le altre potenze. Per questo faremo degli sforzi nella campagna acquisti. Inoltre stiamo lavorando per allargare il numero dei nostri sponsor. Crediamo molto nei giovani e continueremo a potenziare il vivaio". Adesso però è tempo di festeggiare. "Lo faremo nel weekend, perché dopo Ostia non abbiamo avuto il tempo, infatti stavamo per perdere l'aereo... Adesso - conclude Angilella - aspettiamo che rientrino alcuni nostri ragazzi dalla Spagna e poi nel fine settimana andremo a mangiare sushi tutti insieme al ristorante".


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti