Sono le Marche la "Terra del padel"

+230%: è questo l'incredibile aumento di nuovi impianti nella regione in soli dieci mesi
Sono le Marche la "Terra del padel"
TagsItaliaMarchepadel

ANCONA - C'è sempre più fermento nelle regioni italiane che vedono ormai una crescita del settore senza “controllo” con l’apertura di nuove strutture e campi da gioco, in ogni angolo del Belpaese. Proseguono le nostre puntuali “fotografie” sulle regioni che stanno conquistando posizioni significative nel ranking nazionale; oggi è il turno delle Marche.

Campi e strutture da padel in Italia: i numeri

Prima di analizzare il mercato della regione famosa per gli artisti e le sue tradizioni manifatturiere, aggiorniamo come di consueto la situazione attuale nel nostro Paese, che a gennaio vedeva la presenza sul territorio nazionale di 1.800 campi, numero di gran lunga superato oggi, con quasi 4.300 campi. A livello di strutture (circoli sportivi, club dedicati al padel e strutture ricettive) si contano in tutta la nostra Penisola 1.721 location dove giocare (di cui 455 con la possibilità di sfidarsi al coperto) per un totale di 4.290 campi, di cui 1.188 indoor. Le regioni che detengono il primato con più club e campi sono il Lazio (395 club; 1.192 campi), la Sicilia (182; 454), la Lombardia (166; 459), il Piemonte (126; 285), l'Emilia-Romagna (117; 271) e le Marche, che si attesta al momento al quattordicesimo posto.

Campi e strutture da padel nelle Marche: i numeri

Secondo i dati del sito-osservatorio Mr Padel Paddle, a fine 2020 in terra marchigiana erano presenti 20 club e 36 campi, mentre la situazione attuale ci porta a numeri molto interessanti nella regione, con 58 club e 119 campi presenti nella regione, con un incremento del 230% come nascita di nuovi campi in soli 10 mesi. La regione Marche presenta 20 strutture con campi indoor e può contare su 44 campi al coperto che rappresentano il 37% di tutti i campi regionali contro una media nazionale del 28%. Il 43% delle strutture della regione sono presenti nel capoluogo, la provincia di Ancona (25 strutture; 43 campi), che precede Macerata (12 club; 22 campi), Pesaro e Urbino (10 club; 26 campi), Ascoli Piceno (7 club; 14 campi) e fanalino di coda Fermo (4 club; 14 campi). In tutta la regione è possibile giocare in 28 comuni sparsi nel territorio (12 in provincia di Ancona, 6 Macerata, 4 Ascoli e Pesaro e 2 in quella di Fermo). La media regionale di campi per struttura è inferiore a quella italiana (2,1 campi per circolo contro i 2,5 a livello nazionale). I comuni che hanno più strutture sono Ancona (5 strutture; 8 campi) e Senigallia (5; 8), mentre il comune con più campi è Porto Sant’Elpidio, in provincia di Fermo. Esistono 5 circoli con più di 3 campi; i più grandi sono il Seven Padel Club e Zeta Sport Club, entrambi in provincia di Fermo, il Lucrezia Beach (Pesaro e Urbino), il Marconi Wellness Club di Falconara Marittima e Illumia Padel Arena di Acqualagna (Pesaro e Urbino). Poi vi sono 13 club con 3 campi, 19 strutture con 2 e 21 con un solo campo. Da una nostra indagine sul web, effettuata su un campione di 460.000 utenti, gli appassionati che seguono il padel nelle Marche sono sempre più numerosi; il comune di Pesaro è infatti al 28esimo posto in Italia, seguito da Ancona al 39esimo e Senigallia al 45esimo; restano in testa Roma e Milano come “addicted” di questo sport.

Padel, Coppa dei Club: lo spettacolo della finale nazionale
Guarda il video
Padel, Coppa dei Club: lo spettacolo della finale nazionale

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti