Intervista a Marcelo Capitani, ct delle selezioni giovanili dell'Italia

Capitani: "Il Padel è cresciuto molto a livello giovanile, grazie a tanti Circoli e ai Maestri che stanno facendo un buon lavoro sul territorio"
Intervista a Marcelo Capitani, ct delle selezioni giovanili dell'Italia

ROMA - Cresce il Padel in Italia, così come il numero di appassionati ed amatori vogliosi di provare questo fantastico sport, che registra il più alto tasso di crescita tra tutte le discipline sportive. Contestualmente, sta crescendo anche la platea di ragazzi che si avvicinano al Padel. Ne abbiamo parlato in esclusiva con Marcelo Capitani, appena confermato dalla Federazione Italiana Tennis come Commissario Tecnico delle selezioni giovanili: “E’ una grande emozione essere stato riconfermato per questo incarico. Ringrazio la Federazione Italiana Tennis e il team con il quale collaboro, Stefano Pupillo e Sara D’Ambrogio, due veri professionisti. Ci tengo inoltre a ringraziare il CT Gustavo Spector, per l’enorme contributo che ha dato a questo sport, mi confronto spesso con lui sui ragazzi e ragazze da convocare”.

Marcelo Capitani traccia la strada per i prossimi anni: “Il Padel è cresciuto molto a livello giovanile, grazie a tanti Circoli e ai Maestri che stanno facendo un buon lavoro sul territorio. Dobbiamo continuare a lavorare su questa strada, sia sulle Academy che sul circuito nazionale FIT, in modo da poter dare ai ragazzi più opportunità di giocare e di confrontarsi in competizioni di livello. A tutti i maestri continuo a dire di fare il massimo, trasmettendo la passione e l’emozione a questi ragazzi”. La crescita del Padel è stata esponenziale, negli ultimi anni sono nate tante strutture e sono aumentati i giocatori, anche grazie al movimento amatoriale degli Enti di Promozione: “Il padel sta avendo una crescita molto alta, oggi il 90% dei giocatori è amatoriale. Merito anche degli Enti come MSP che hanno fatto crescere questo movimento. Sono fiducioso che questa disciplina possa diventare sport olimpico grazie ai dirigenti che stanno spingendo molto, come il Presidente FIP Luigi Carraro che sta dando un grandissimo contributo a riguardo. Ad oggi sono due i campionati più importanti al mondo: il World Padel Tour e la serie A italiana, con tanti giocatori spagnoli e argentini che vogliono venire in Italia per giocarla. La nostra Serie A, organizzata dalla Federazione Italiana Tennis, è diventata una bella vetrina”.

Alle porte, a settembre, c’è il Mondiale Juniores: “Siamo fiduciosi di poter fare un bel percorso, sia nella categoria maschile che femminile. L’obiettivo è lottare tutte le partite, abbiamo un’ottima materia prima molto interessante da sviluppare e la squadra sarà competitiva. Non posso dire dove arriveremo ma faremo in modo di tingere il cielo d’azzurro. Sono fiducioso, perchè vedo come si allenano questi ragazzi. Il futuro è dei giovani e dobbiamo investire su di loro”.

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti