Emily Stellato: "Soddisfatta del mio 2021"

Parla l'azzurra, numero 97 del ranking: "Un anno fantastico anche grazie alla Nazionale. Sono carica per la nuova stagione"
Emily Stellato: "Soddisfatta del mio 2021"
TagsEmily Stellatopadel

Emily Stellato, classe 1982 di Sezze, numero 97 al mondo, giocatrice di destra ci racconta il suo nuovo anno di padel e le tante novità che l'attendono.

Il 2021 è stato per te un anno importante, tra le prime 100 al mondo, ottimi risultati al WPT e ai tornei FIP; ci tracci un bilanciodella stagione? Sei soddisfatta o si poteva fare di più??

"È stato un ottimo anno, ho avuto l'occasione di poter partecipare a gran parte dei tornei WPT e di arrivare ad avere una buona classifica, oltre ovviamente a fare esperienza e confrontarmi a livello internazionale. In coppia con Valentina Tommasi siamo cresciute molto e abbiamo ottenuto anche una vittoria al FIP di Riccione che per noi valeva tanto. Sicuramente si poteva fare meglio, parlando da agonista, quando non si vince vuol dire che bisogna migliorare ancora e quando si perde da giocatrici più forti bisogna imparare da loro. Alla fine quindi testa bassa e a lavorare! Il capitolo della Nazionale invece è stato fantastico, abbiamo dato il massimo e ottenuto un risultato storico e di questo ne siamo orgogliose".

Come si sta svolgendo la tua pretemporada, e quali saranno i tuoi obiettivi del 2022?

"La mia preparazione si sta svolgendo a Milano, due-tre volte in campo sempre con Gustavo Spector e due sedute di preparazione fisica. Non facendo l'atleta professionista nel vero senso della parola, e quindi non a tempo pieno, alla base di tutto deve esserci il fatto che mi diverta. Poi arrivano gli obiettivi che devono essere sì di grande motivazione ma allo stesso tempo realisti: arrivare tra la 60esima e l'80esima posizione nel ranking WPT mi renderebbe felice. Tra gli obiettivi più belli che vorrei ottenere c'è quello che è mancato quest'anno, ovvero qualificarmi per un Cuadro Final in una tappa del WPT, mentre in Italia restare tra le prime giocatrici, oltre ovviamente all'onore più?grande, riuscire a vestire ancora la maglia azzurra".

Hai deciso quale sarà la tua compagna per la nuova stagione?

"Inizierò?la stagione con Carolina Petrelli con la quale ho la fortuna di potermi allenare. Non escludo la possibilità di giocare un paio di tornei, soprattutto WPT, con un'altra compagna, magari fare esperienza con qualche ragazza spagnola, anche se credo molto nel valore delle mie colleghe italiane e con loro sarebbe più?bello ottenere un buon risultato".

Con quale racchetta giochi e quali sono le caratteristiche qualitative della tua pala?

"La racchetta con la quale gioco è la Predator della Heroes, il mio sponsor tecnico anche per l'abbigliamento. Le sue caratteristiche più importanti sono l'aiuto che mi dà per spingere un po' di più?e il peso non eccessivo".

Qual è la giocatrice che prediligi dal punto di vista tecnico e tattico?

"Decisamente Gemma Triay, per me eleganza pura in campo, velocità di gioco e decisiva nel chiudere, e anche Alejandra Salazar, giocatrice di grande intelligenza, dai colpi di una precisione millimetrica e gran lottatrice".

Con quale squadra giocherai quest’anno la Serie A?

"Giocherò con il Beinasco Padel Ruffini, sono carica per questa nuova avventura e per ciò?che mi aspetta in questo 2022!".

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti