Viterbo - Benvenuta Scuola Padel Viterbo

Cinque domande a Giovanni Marcucci, il proprietario del centro sportivo laziale
Viterbo - Benvenuta Scuola Padel Viterbo
2 min
Tagspadel

VITERBO - Andiamo oggi a conoscere un nuovo centro sportivo dedicato al padel nel Lazio, questa volta a Viterbo, dove Giovanni Marcucci ha dato vita alla "Scuola Padel Viterbo": "Come è natata questa passione? Per puro caso, nel 2018 mio fratello mi invitò a provare questo nuovo Sport, non specificandomi che si giocava solo in doppio, specialità da me odiata nel tennis!! Da quel giorno fu amore a prima vista".

Ci descrive il suo circolo?

"L’impianto realizzato dalla Soc. SPACE PADDLE di Lecco è un modernissimo impianto dotato di tre campi al coperto, ambienti climatizzati per un ambiente gradevole sia in estate che in inverno, spogliatoi ampi, zona reception/ingresso ampia e grande giocabilità grazie ai soffitti alti 8,40 mt. Abbiamo anche la possibilità di utilizzare altri due campi all’aperto".

Quali sono le attività che organizzate per i soci?

"Covid a parte organizziamo Tornei quasi ogni fine settimana. Da quest’anno la nostra Scuola ha avviato un progetto formativo per i ragazzi e gli adulti che ha coinvolto Atleti Nazionali di primo piano e la collaborazione con una delle più prestigiose accademie Spagnole. Due giorni a settimana abbiamo riservato spazi anche per allenamenti specifici per chi pratica attività agonistica".

Avete una squadra che milita in qualche campionato?

"Quest’anno per la prima volta avremo una squadra in Serie D, varie squadre nei campionati Amatoriali e FITPRA e anche squadre giovanili".

Quali sono i vostri programmi per il 2021?

"Il 2021 per noi rappresenta la stagione della partenza di tutte le nostre iniziative, Campionati a squadre, allenamenti programmati per gli agonisti, Clinic costanti con i migliori atleti e tecnici Italiani, questo per l’aspetto tecnico dal punto di vista strutturale sicuramente cercheremo di ampliare i servizi offerti ai ns. tesserati….ed anche il numero di campi disponibili".


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti