Pallanuoto, il sogno dell'Italia si infrange ai rigori: la Spagna è campione del mondo

Gli azzurri di Sandro Campagna falliscono il bis mondiale: la finale si chiude 15-14. Decisivo l'errore di Cannella
Pallanuoto, il sogno dell'Italia si infrange ai rigori: la Spagna è campione del mondo© Getty Images
2 min

BUDAPEST (Ungheria) -  L'Italia di Sandro Campagna viene sconfitta 15-14 dalla Spagna, nella finale dei Mondiali di pallanuoto. Una gara emozionante e decisa ai rigori. Gli azzurri falliscono il bis iridato, al termine di una gara equilibrata e decisa dall'errore di Cannella. Per la Spagna si tratta del terzo titolo mondiale. 

La gara si decide ai rigori

Prima frazione equilibrata: la Spagna parte forte e si porta sul 3-1. L'Italia reagisce e raggiunge il pareggio grazie ai gol di Cannella e Bruni. Ma gli azzurri perdono convinzione e sicurezza e nella seconda frazione cadono sotto i colpi spagnoli: una doppietta  di Granados e una rete di Tahull portano le squadre sul 6-3. Dopo l'intervallo, gli uomini di Campagna sembrano sul punto di crollare: la Spagna si porta sull'8-5, ma i miracoli di Nicosia (entrato al posto di De Lullo) e la rete di Fondelli, permettono agli azzurri di rimanere in partita (8-6 alla fine del terzo quarto). L'ultima frazione parte con il nono gol spagnolo (Framera), poi un pasticcio della panchina iberica (che chiede inavvertitamente un time out), permette all'italia di battere un rigore, che Di Fulvio trasforma nel gol del 9-7. La gara resta equilibrata e combattuta: la difesa azzurra resiste e Dolce, a 2,30" dalla fine, segna la rete del 9-8. Campagna invita i suoi a crederci e Presciutti, dalla lunghissima distanza, mette a segno il punto del pareggio. La finale si decide ai rigori: decisivo l'errore di Cannella. 


Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti