Corriere dello Sport

Rugby

Vedi Tutte
Rugby

Rugby, Bergamasco record: giocherà il quinto Mondiale

Rugby, Bergamasco record: giocherà il quinto Mondiale
© LaPresse

Mauro, 36 anni, incluso nella lista finale dei 31 azzurri per l'Inghilterra. Tagliato l'ex capitano Bortolami

 Francesco Volpe

lunedì 24 agosto 2015 14:56

Si è definito “un Tyrannosaurus Rex”, ma non c’è meteorite che riesca a farlo estinguere. Mauro Bergamasco, 36 anni, 103 caps e 17 stagioni in azzurro, è rientrato tra i 31 convocati di Jacques Brunel per la Coppa del Mondo d’autunno, in Inghilterra (18 settembre-31 ottobre). Sarà la sua quinta partecipazione mondiale, com’è riuscito in precedenza solo a Brian Lima, ala samoana che si meritò il soprannome di “chiropratico” per la durezza dei suoi placcaggi. Materia in cui neppure Bergamauro scherza. Sulla distanza dell’ora di gioco è ancora tra i migliori cacciatori di uomini dell’ItalRugby.
Tra gli esclusi, accanto a Robert Barbieri (preferito Samuela Vunisa) e Michele Visentin, anche un nome che fa rumore: Marco Bortolami, 35 anni e 112 presenze (primato azzurro condiviso con Sergio Parisse). Il padovano, ex capitano azzurro, ha ormai perduto il dinamismo e la fisicità dei giorni migliori. La caratteristica di seconda linea “dominante”, ovvero capace di “leggere” le rimesse laterali altrui e dettare i tempi delle proprie, non gli è bastata a superare il “taglio”. Il c.t. Brunel gli ha preferito Valerio Bernabò, che ha caratteristiche simili ma quattro anni in meno e una robusta esperienza in Celtic League.

“Il nostro obiettivo, in questi anni, è stato quello di trovare il giusto equilibrio per la Nazionale e le scelte fatte oggi vanno in questa direzione - l’analisi di Brunel - Puntiamo a conquistare la qualificazione ai quarti di finale, superando la fase a gironi per la prima volta nella storia del rugby italiano. Siamo consapevoli che non ci aspetta un compito semplice e che Francia ed Irlanda, che ci precedono nel ranking, sono favorite. Ma non dobbiamo dimenticare che l’Italia è stata capace di batterle entrambe nel Sei Nazioni 2013. Al tempo stesso, non possiamo permetterci di sottovalutare Canada e Romania, due Nazionali solide e che, come nel nostro caso, avranno come obiettivo quello di centrare una vittoria con chi è davanti a loro nel ranking mondiale”.

GLI AZZURRI PER LA COPPA DEL MONDO

Tallonatori

Leonardo GHIRALDINI (Leicester, 76 presenze)
Davide GIAZZON (Treviso, 21)
Andrea MANICI (Zebre, 11)

Piloni

Matias AGUERO (svincolato, 34)
Martin CASTROGIOVANNI (Racing, 111)
Dario CHISTOLINI (Zebre, 10)
Lorenzo CITTADINI (Wasps, 39)
Michele RIZZO (Leicester, 17)

Seconde linee

Valerio BERNABO’ (Zebre, 24)
Joshua FURNO (Newcastle, 29)
Marco FUSER (Treviso, 4)
Quintin GELDENHUYS (Zebre, 55)

Terze linee

Mauro BERGAMASCO (svincolato, 103)
Francesco MINTO (Treviso, 17 caps)
Sergio PARISSE (cap; Stade Francais, 112)
Samuela VUNISA (Saracens, 6)
Alessandro ZANNI (Treviso, 88)

Mediani di mischia

Edoardo GORI (Treviso, 42)
Guglielmo PALAZZANI (Zebre, 9)
Marcello VIOLI (Zebre, 1)

Mediani d’apertura

Tommaso ALLAN (Perpignan, 15)
Carlo CANNA (Zebre, 1)

Centri

Tommaso BENVENUTI (Bristol, 31)
Michele CAMPAGNARO (Exeter, 13)
Gonzalo GARCIA (Zebre, 36)
Andrea MASI (Wasps, 92)
Luca MORISI (Treviso, 14)

Ali/Estremi

Angelo ESPOSITO (Treviso, 5)
Luke MCLEAN (Treviso, 69)
Leonardo SARTO (Zebre, 17)
Giovanbattista VENDITTI (Newcastle, 28)

Per Approfondire

Commenti