Corriere dello Sport

Rugby

Vedi Tutte
Rugby

Mondiali, c'è Italia-Francia. E' già un derby-spareggio

Mondiali, c'è Italia-Francia. E' già un derby-spareggio
© Getty Images

Azzurri senza Parisse al debutto contro i maestri. Favoriti, imprevedibili e con un c.t. già giubilato

dal nostro inviato Francesco Volpe

sabato 19 settembre 2015 19:10

Il count-down scandisce gli ultimi rintocchi. La Coppa del Mondo dell’Italia sta per cominciare. Stasera a Twickenham ci aspettano i francesi, nostri maestri e nostri carnefici. Non li abbiamo battuti per sessant’anni, sino alla fatal Grenoble, anno di grazia 1997. Li abbiamo sorpresi due volte nel Sei Nazioni (2011 e 2013), sempre a Roma. Per il resto ce le hanno sempre suonate, spesso di santa ragione. Non è più la Francia stellare del passato, quella del rugby-champagne, del “French flair”, come dicono da queste parti. Ma è una squadra solida, pressoché al completo (manca solo il centro Fofana), in fiducia dopo aver sconfitto Inghilterra e Scozia.

ITALIA-FRANCIA, SEGUI LA SFIDA IN DIRETTA


Qualcosa che non si può dire dell’Italia, uscita a coriandoli dai test pre-mondiali. La bella prestazione di Cardiff (beffardo 19-23 con il Galles) ha purtroppo riempito l’infermeria. Scendiamo in campo senza il capitano Sergio Parisse, un amuleto anche psicologico, e senza la coppia dei centri titolari, che nella testa del c.t. Brunel era composta da Garcia (recuperabile a breve) e Morisi (out per tutto il torneo). Non proprio il miglior viatico per affrontare un avversario che sei mesi fa ci ha lasciato a zero all’Olimpico (29-0) nel Sei Nazioni.
Servirà una recita perfetta, senza sbavature, per sperare di sorprendere la truppa di Philippe Saint-André, c.t. già giubilato (dopo il torneo arriverà Guy Novés, santone dello Stade Toulousain). Magari confidando nel fatto che i francesi hanno uno straordinario pedigrée iridato (tre finali, sei volte su sette tra le prime quattro) ma spesso partendo ad handicap. Come nel 2007 (sconfitta in casa con l’Argentina) o nel 2011 (ko nella prima fase contro Tonga!).
Vista l’Irlanda di oggi (50-7 a un coriaceo Canada), nel nostro girone si gioca per il secondo posto e quello di stasera, un meraviglioso derby latino nel tempio inglese, ha il profumo dello spareggio. L’Italia giocherà in azzurro, con calzoncini blu; la Francia in rosso, maglia beneaugurante dei test agostani. Chissà che alla fine a vedere rosso non sia proprio lei.

COSI’ IN CAMPO

ITALIA: McLean; L. Sarto, Campagnaro, Masi, Venditti; Allan, Gori; Vunisa, Minto, Zanni; Furno, Geldenhuys; Castrogiovanni, Ghiraldini (cap), Aguero. A disp. Manici, Rizzo, Cittadini, Bernabò, Favaro, Palazzani, Canna, E. Bacchin. All. Brunel.
FRANCIA: Spedding; Huget, Bastareaud, Dumoulin, Nakaitaci; Michalak, Tillous-Borde; Picamoles, Chouly, Dusautoir (cap); Maestri, Papè; Slimani, Guirado, Ben Arous. A disp. Kayser, Debaty, Mas, Le Roux, Flanquart, Parra, Talés, Fickou. All. Saint-André.
Arbitro: Joubert (Sudafrica)
Si gioca a: Twickenham, ore 21 it.
In Tv: diretta SkySport 2; differita su Mtv alle 23.

 

Per Approfondire

Commenti