Corriere dello Sport

Rugby

Vedi Tutte
Rugby

Marco Bortolami : «Nuova Zelanda e Francia per la vittoria finale»

Marco Bortolami : «Nuova Zelanda e Francia per la vittoria finale»

Marco Bortolami, ambasciatore Laureus, che sostiene la causa della Laureus Sport for Good Foundation, fa il punto sulla coppa del Mondo.

 

venerdì 25 settembre 2015 17:07

Bortolami conta più di cento presenze con la maglia azzurra. A soli 22 anni è diventato il capitano più giovane di sempre nella storia della Nazionale. Nel 2007, con la fascia da capitano, ha guidato l’Italia ad una  storica vittoria nel Sei Nazioni, sconfiggendo in trasferta la Scozia.

Marco, quali sono le squadre più accreditate in questa Coppa del Mondo?

Nuova Zelanda, Inghilterra, Francia, Irlanda e Australia

Quali pensi possano essere le squadre favorite?

Io punto su Nuova Zelanda e Francia, ma l’Inghilterra gioca in casa e questo le dà un gran vantaggio.

Quali pensi siano le prospettive dell’Italia?

L’Italia è inserita in un girone di ferro. Francia e Irlanda sono due delle mie squadre favorite per la vittoria finale. Se sapremo sfruttare le occasioni che si presenteranno possiamo riscrivere la storia.

Qual è la situazione del rugby italiano in questo momento?

Siamo ancora molto lontani dalle nazioni più forti, ma abbiamo ancora grandi margini di miglioramento. Penso che dobbiamo ancora migliorare la mentalità con cui ci avviciniamo allo sport e capire che ogni aspetto dell’organizzazione è importante per rendere al meglio in campo. Il rugby può crescere ulteriormente in Italia e così in tutto il mondo. Ma dobbiamo proteggere in tutti i modi la natura del gioco e i valori di amicizia, fair play, rispetto, che sono fondamentali per la crescita delle nuove generazioni.

Perchè è così importante per te essere un Ambasciatore Laureus?

Lo sport permette alle persone di sognare un future migliore. Sostenere i progetti Laureus è un onore e il mio modo di autare le persone che non sono state fortunate così come me. Dobbiamo ispirare le nuove generazioni perché ognuno deve avere la possibilità di esprimersi al meglio.

 

 

 

Per Approfondire

Commenti