Corriere dello Sport

Rugby

Vedi Tutte
Rugby

Italia, De Carli: «All Blacks ko con l'Irlanda? Restiamo concentrati»

Italia, De Carli: «All Blacks ko con l'Irlanda? Restiamo concentrati»
© Getty Images

Domani l'Italrugby è attesa da una doppia seduta sul campo e dall'ufficializzazione del XV titolare che affronterà la Nuova Zelanda

Sullo stesso argomento

 

lunedì 7 novembre 2016 18:37

ROMA - Il conto alla rovescia verso il test match di sabato a Roma tra Italia e Nuova Zelanda entra nella fase finale: oggi gli All Blacks sono sbarcati a Fiumicino, provenienti da Chicago, ed hanno iniziato il proprio raduno presso l'NH Hotel Vittorio, nei pressi della centralissima via Veneto. Da domani anche i neozelandesi cominceranno a lavorare sul campo (nell'impianto della Capitolina) e in palestra come oggi hanno cominciato a fare da oggi gli azzurri, al Centro di preparazione olimpica del Coni. Domani l'Italrugby è attesa da una doppia seduta sul campo e dall'ufficializzazione del XV titolare che affronterà la Nuova Zelanda, mentre mercoledì lo staff tecnico guidato dal Ct Conor O'Shea e una rappresentanza di atleti saranno a Rieti per incontrare ed introdurre al rugby i giovani delle scuole di Amatrice e delle altre zone colpite dal terremoto di agosto. Intanto, a margine delle prime sedute di lavoro,è toccato al tecnico degli avanti dell'Italia Giampiero De Carli spiegare che "il calendario internazionale è duro per tutti, per noi come per gli All Blacks: la sconfitta che loro hanno subito a Chicago contro l'Irlanda ha evidenziato come non tutti i componenti della rosa siano a livello delle primissime scelte. Ma dobbiamo rimanere concentrati esclusivamente su noi stessi, sui nostri obiettivi principali che sono aumentare la profondità della squadra e migliorare la performance dei singoli. Siamo scesi in campo lavorando con la formazione che scenderà in campo sabato, abbiamo il miglior gruppo di atleti possibile a disposizione in questo momento: chi è qui - ha concluso De Carli - è perché lo ha meritato". All'allenamento ha assistito l'ex portiere della Roma Marco Amelia, campione del mondo con la Nazionale di Lippi a Berlino nel 2006, frascatano di nascita come il trequarti azzurro Giulio Bisegni e grande appassionato di rugby. A fine seduta Amelia ha incontrato i due iridati dello staff azzurro, il tecnico dei trequarti Mike Catt, vincitore dei Mondiali 2003 con l'Inghilterra, e il consulente della difesa Brendan Venter che nel 1995 sollevò la Webb Ellis Cup consegnata da Nelson Mandela ai giocatori del Sudafrica dopo la finale vinta proprio contro gli All Blacks e resa celebre dal film di Clint Eastwood "Invictus".

TUTTO SUL RUGBY

Articoli correlati

Commenti