Rugby, l'Italia cede 26-7 all'Australia
© AFPS
Rugby
0

Rugby, l'Italia cede 26-7 all'Australia

Buona prestazione degli azzurri nella prima mezzora e per parte della ripresa, ma troppo evidente la differenza di tasso tecnico con i Wallabies

ROMA - Dopo il pesante ko contro l'Irlanda e la bella vittoria sulla Georgia, l'Italrugby ha perso il terzo dei "Cattolica Test Match" di novembre, cedendo di fronte all'Australia per 26-7. All'Euganeo di Padova gli azzurri del ct O'Shea hanno tenuto testa ai Wallabies, non apparsi al top. Bene l'Italia nella prima mezzora e nelle fasi centrali del secondo tempo. Troppo evidente la differenza fra le due squadre, soprattutto nel gioco sulle rimesse laterali. 

Assente Sergio Parisse, il commissario tecnico dell'Italia ha spedito in campo dal primo minuto il seguente XV: Hayward; Benvenuti, Campagnaro, Castello, Bellini; Allan, Tebaldi; Steyn, Polledri, Negri; Budd, Zanni; Ferrari, Ghiraldini, Lovotti. In avvio azzurri molto incisivi e vicini a passare in vantaggio. Al 14', a dir il vero, era pure arrivata la meta dell'Italia, grazie a Tebaldi, annullata però dall'arbitro. Decisione sbagliata del direttore di gara: era tutto regolare su sviluppi di una rimessa laterale degli australiani. Poi i Wallabies hanno preso campo e sono andati in meta grazie a una super azione di Ashley-Cooper, con palla messa a terra, al 30', da Koroibete. Lo stesso Koroibete, dopo un altro scambio con Ashley-Cooper, ha trafitto gli azzurri per la seconda volta (al 36'). In entrambe le occasioni ha trasformato Toomua: squadre a riposo sul 14-0.

All'inizio della seconda frazione ha "sfondato" la difesa dell'Italia Tupou e Toomua ha fissato lo score sul 21-0 (al 44').Qui gli azzurri hanno reagito alla grande. Al 46' Bellini ha rubato palla e si è involato in meta. Trasformazioen di Allan per il 21-7. Poi, a ruota, Italia molto aggressiva e vicina ad altri punti in almeno due occasioni. E' mancata solo un po' di precisione. Così Genia, al 79', ha fissato il punteggio sul 26-7, con Toomua stavolta impreciso nel calcio di trasformazione. Prossimo impegno per gli azzurri sabato prossimo, all'Olimpico di Roma, contro i campioni del mondo della Nuova Zelanda(In collaborazione con Italpress)

Vedi tutte le news di Rugby

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti