Corriere dello Sport

Sei Nazioni

Vedi Tutte
Sei Nazioni

Sei Nazioni, che volata! L'Inghilterra è in pole

© GETTY IMAGES

Probabilmente deciderà la differenza punti. Il Galles per sperare deve travolgere l'Italia a Roma, l'Irlanda rischia

 Francesco Volpe

venerdì 20 marzo 2015 22:22

Il Galles vincerà di 30 a Roma, l’Irlanda di 12 a Edimburgo e l’Inghilterra di 7 a Twickenham contro la Francia. A dar retta agli specialisti di Planet Rugby - che non ci azzeccano quasi mai - il Sei Nazioni quest’anno lo vincerà l’Irlanda. Perché a parità di classifica conterà la differenza punti fatti-subiti e con i risultati preconizzati da Planet si finirà con l’Irlanda a +45, l’Inghilterra a +44 e il Galles a +42.
Sarà comunque una bella volata. Anzi, bellissima. Che avrebbe ancora più fascino se, infischiandosene delle esigenze televisive, si riuscissero a disputare tutte e tre le partite di domani alla stessa ora. Ma, si sa, nello sport moderno sponsor e tv contano più della regolarità di gare e campionati. Anche nel rugby.

SCENARIO - A nostro avviso la squadra favorita è l’Inghilterra. La Francia vista a Roma, ahinoi, è veramente poca cosa e se i ragazzi di Lancaster scenderanno in campo con il piglio giusto - a Twickenham sinora non è mai accaduto - potrebbero chiudere la pratica con uno scarto in doppia cifra. Di fronte il miglior attacco (11 mete e 102 punti segnati) e la miglior difesa (2 mete e 46 punti subiti). In ogni caso sarà uno spettacolo. La sorpresa più che dall’Irlanda (la Scozia a Murrayfield venderà carissima la pelle pur di evitare il “cucchiaio di legno”) può venire dal Galles. Se all’Olimpico troverà la molle Italia del secondo tempo di domenica scorsa e riuscirà a segnare subito, potrebbe anche finire in… goleada (come si dice nel rugby?). Speriamo di no.

DISCRIMINANTI - Comunque sia, il regolamento è chiaro. In caso di parità tra due o più squadre, conterà prima la differenza-punti (attualmente Inghilterra a +37, Irlanda a +33, Galles a +1) poi le mete segnate (Inghilterra 11, Galles 5, Irlanda 4). In caso di ulteriore parità, il torneo sarà assegnato a due o più squadre. Non accade dal 1988 (ex aequo Francia e Galles), quando le discriminanti ancora non erano state introdotte. Ah, per inciso, in linea puramente matematica il Sei Nazioni potrebbe ancora vincerlo la Francia, ma qui sconfiniamo nella fantascienza.

COSI’ DOMANI (sabato)

Italia-Galles (ore 13.30)
Scozia-Irlanda (ore 15.30 it.)
Inghilterra-Francia (ore 18 it.)

CLASSIFICA

Inghilterra, Irlanda, Galles 6; Francia 4; Italia 2, Scozia 0.

IN TV

Tutto in diretta su DMax (canale 52 d.t.)

Per Approfondire