Corriere dello Sport

Sei Nazioni

Vedi Tutte
Sei Nazioni

Sei Nazioni Italia, Parisse: «Scozia, si può fare»

Sei Nazioni Italia, Parisse: «Scozia, si può fare»
© LaPresse

Il capitano in vista del match che potrebbe evitare agli azzurri il cucchiaio di legno: «Se giochiamo il nostro rugby, possiamo farcela»

Sullo stesso argomento

 

venerdì 26 febbraio 2016 21:10

ROMA - "Nelle prime due uscite la Scozia è stata molto più costante di noi nella performance, sbaglieremmo a pensare che vinceremo la gara di domani solo perché è quello che tutti si aspettano". Sergio Parisse, capitano dell'Italrugby che all'Olimpico affronta il terzo impegno del Sei nazioni, si aspetta una partita "durissima ed in equilibrio sino alla fine" e mette in guardia dal rischio di sottovalutare l'avversario. Ecco perché, ha aggiunto al termine dell'allenamento, "dobbiamo rispettarla, ma scendere in campo sapendo che se offriremo il rugby di cui siamo capaci, se giocheremo bene il nostro rugby, potremo avere il risultato dalla nostra parte al termine degli ottanta minuti".

L'ULTIMA DEL CT BRUNEL

Sia gli azzurri che gli scozzesi di Vern Cotter sono ancora a caccia della prima vittoria nel torneo 2016 e per entrambe le squadre è probabilmente l'ultima occasione di evitare l'onta del cucchiaio di legno. Un Olimpico di nuovo gremito spingerà l'Italia, che dovrà ricambiare con una partita senza sbavature, né quei cali di concentrazione pagati con le sconfitte contro Francia ed Inghilterra. La Scozia viene da nove ko consecutivi nel Sei Nazioni, ma è reduce da un ottimo Mondiale. Inoltre è prevista pioggia abbondante e questo potrebbe complicare i piani dell'Italia, che all'apertura ha perso per infortunio muscolare Carlo Canna. Al suo posto ci sarà Kelly Haimona. "Dobbiamo imparare a reagire collettivamente ed individualmente alle difficoltà ed agli errori - ha spronato Parisse - Dopo la meta d'intercetto subita contro gli inglesi c'è stato da parte di alcuni un certo smarrimento, invece è in quei momenti che bisogna guardare avanti e reagire. Sono partite come quelle con l'Inghilterra che aiuteranno la crescita di questo gruppo".

Articoli correlati

Commenti