Running

Semplicemente Running

Vedi Tutte
Semplicemente Running

Lunedì di Pasquetta si corre la Boston Marathon

Lunedì di Pasquetta si corre la Boston Marathon

Con 121 edizioni è la maratona più antica del mondo. Due italiani tra i top runner al via e poi c'è la collina spaccacuore

Sullo stesso argomento

 

mercoledì 12 aprile 2017 13:04

BOSTON - Lunedì 17 aprile 2017, il giorno di Pasquetta, si correrà la 121ª edizione della Boston Marathon, la maratona moderna più longeva del mondo: inserita tra le sei Abbott World Marathon Majors, ovvero nel novero delle “largest and most renowned marathons in the world” assieme a quelle di Tokyo, Londra, Berlino, Chicago e New York City, la gara rappresenta senza dubbio uno degli appuntamenti più importanti per quanto riguarda il podismo mondiale.

Tristemente balzata all'onore delle cronache anche in seguito all'attentato del 2013, la Boston Marathon si disputa tradizionalmente il terzo lunedì di aprile, in concomitanza con il Patriot's Day, il giorno dell'anniversario dell'inizio della Rivoluzione americana, scoppiata il 19 aprile 1775. Tanto che il colpo di cannone che ne decreta la partenza richiama il colpo di pistola esploso da Paul Revere, la leggendaria vedetta che, con la sua cavalcata notturna, avvisò i cittadini di Boston dell'imminente attacco inglese.

Simbolo della Boston Marathon è senza dubbio la Heartbreak Hill, la collina spaccacuore, una salita di 600 metri che si trova tra il trentaduesimo ed il trentatreesimo chilometro, l'ultima delle quattro colline che, tutte collocate nella parte finale del percorso, rappresentano il passaggio più difficile di tutta la maratona. La collina venne chiamata 'spaccacuore' in seguito ad un episodio accaduto nel 1936, quando Ellison Brown proprio qui venne superato da John Kelley, prima di venire nuovamente superato e battuto dallo stesso Brown che, così “spezzò il cuore di Kelley”. 

Con una media di circa 20mila concorrenti l'anno ed un record di 38 mila, raggiunto nel 1996 in occasione della centesima edizione, la Boston Marathon 2017 vedrà al via circa 36 mila partecipanti, provenienti un po' da tutto il mondo. Tra i numerosissimi partecipanti, anche molti italiani, tra i quali spiccheranno l'ultramaratoneta altoatesino Hermann Achmüller, che quest'anno si è prefissato l'obiettivo di correre tutte e sei le World Marathon Major, e l'italo – marocchino Said Boudalia che, con la sua sesta partecipazione, è ormai un habitué della gara della città del Tea Party.

Per quanto riguarda i Top Runner al via, impressionante il cast di protagonisti che sono stati presentati per quest'edizione 2017, a partire dal primatista mondiale il keniota Dennis Kimetto e per proseguire con Emmanuel Mutai, Patrick Makau e Sammy Kitwara. Tra i favoriti anche gli etiopi Lemi Berhanu Hayle, campione uscente a Boston, Yemane Tsegay, argento ai Mondiali di Pechino 2015, Dino Sefir e Sisay Lemma. Anche nella gara femminile si farà sul serio, con diciotto atlete accreditate di un tempo inferiore alle 2h30': le più veloci sulla carta saranno le keniane Gladys Cherono, presente nella top 10 di tutti i tempi sia nella maratona che nella mezza, e l'espertissima Edna Kiplagat, ma attenzione anche all'etiope Buzunesh Deba, vincitrice a Boston nel 2014 con l'attuale record della gara, ed all'atleta di casa Shalane Flanagan.

Articoli correlati

Commenti