Oltre 5.700 runner per OneRun, la prima 10km phigital

Grazie a un totale di 43.345 chilometri percorsi, la community di runner ha permesso il raggiungimento di due importanti obiettivi solidali, realizzando i sogni dei piccoli Antonio e Katia

Cesare Monetti

Milano – Si è da poco conclusa One Run – La corsa di ognuno, la corsa di tutti”, la prima 10km phigital da correre in strada da soli nel pieno rispetto delle normative, ma insieme a un'intera community online di runner e appassionati. 5.700 partecipanti in tutte le venti regioni d'Italia, con una partecipazione significativa nelle città di Milano e Roma, per un totale di 43.345 chilometri percorsi: una corsa simbolo di rinascita e solidarietà che ha registrato numeri importanti, che riflettono la voglia dei runner di ripartire e tornare a correre, per animare e far rivivere le strade della propria città e fare del bene.

Il progetto ideato da un gruppo di imprenditori italiani, appassionati runner, proprietari del gruppo indipendente di agenzie di comunicazione specializzate Uniting Group, in collaborazione con Correre, brand editoriale di riferimento per tutti gli appassionati della corsa, si è caratterizzato sin da subito da un'anima solidale, con lo scopo di riunire la grande community dei runner attorno a degli obiettivi di solidarietà e far diventare così l'evento “la corsa di ognuno, il traguardo di tutti”.

L’impegno dei partecipanti e i chilometri percorsi hanno infatti permesso di “sbloccare” delle donazioni a favore di Make-A-Wish Italia, Onlus che opera su tutto il territorio nazionale aiutando bambini affetti da gravi patologie a ritrovare la forza fisica ed emotiva per combattere la malattia, e di realizzare i desideri dei piccoli Antonio e Katia. Così i wish di Antonio di fare emozionare i tifosi degli stadi facendo la telecronaca per la squadra del suo cuore e quello di Katia che sogna di sentirsi libera divertendosi sulle giostre più emozionanti di un parco giochi magico, sono diventati realtà.

A chiudere questo percorso, la cerimonia finale trasmessa in diretta streaming sui canali social di One Run e sul sito ufficiale. L’evento conclusivo è stata l’occasione per proclamare i vincitori delle categorie in gara e nominare i runner che hanno ottenuto i punteggi migliori nelle classifiche Top Energy Run per il passo più veloce, Best Millennial Runner dedicata al corridore under 34 che ha fatto il miglior tempo e Top Explorer per colui che ha corso più chilometri.

“Siamo estremamente felici dei risultati ottenuti e dell'entusiasmo con cui l'intera community dei runner ha abbracciato l'iniziativa. Un evento partito un po’ come un esperimento che si è rivelato un grande successo: una corsa unica nel suo genere che ha unito la dimensione digitale e fisica, una gara podistica e un progetto di solidarietà. Abbiamo trovato un modo nuovo di unire le persone, attraverso la loro passione per il running, in un periodo in cui era ancora difficile ritrovarsi” dichiara Luca Colombi, co founder Uniting Group.

I runner hanno dimostrato ancora una volta il grande cuore, il carisma e l'energia che li contraddistingue. Quando un runner corre si pone sempre un obiettivo, in questo caso doppio e con un valore aggiunto - dichiara Orlando Pizzolato, due volte vincitore della maratona di New York e direttore di Correre - non solo una sfida, verso sé stessi e gli altri, ma la voglia di unirsi e, insieme a un'intera community, raggiungere un traguardo solidale comune con la volontà di aiutare chi difficilmente potrà trovare una nuova normalità e deve convivere con grandi difficoltà.

Ad accompagnare i corridori durante la corsa, lo sponsor tecnico Diadora (#diadora @diadoraofficial),  che ha fornito la t-shirt ufficiale, presente nel pacco gara recapitato direttamente a casa dei partecipanti insieme alla medaglia dedicata e altri gadget offerti dai partner.

Indispensabile ai fini della gara, l’app Strava, fornitore tecnico di One Run e la più popolare app per registrare, analizzare, condividere e confrontare le proprie attività sportive (anche collegando il proprio dispositivo GPS) grazie a cui sono stati rilevati i tempi di percorrenza e su cui sono stati resi visibili i risultati della competizione.

Title sponsor dell'evento è Kellogg’s Special K, storico brand di Kellogg primo produttore di cereali al mondo e secondo produttore mondiale di cracker e snack, che ha aiutato i partecipanti a ricaricare le energie dopo la corsa grazie alla barretta Special K Protein, una nutriente combinazione di ingredienti naturalmente fonte di proteine che contribuiscono al mantenimento della massa muscolare.

Altri partner che hanno reso possibile l'iniziativa sono stati Jocca, Philadelphia e Powerade e Send a box in qualità di sponsor logistico.

 

 

Commenti