False certificazioni COVID e squalifiche, la sentenza del Tribunale Federale

Controlli post-gara hanno portato ad identificare false certificazioni Covid
False certificazioni COVID e squalifiche, la sentenza del Tribunale Federale

Lo scorso 2 maggio 2021 è andata in scena la mezza maratona Merano - Lagundo per la cui partecipazione era obbligatorio fornire l'esito negativo ad un tampone Covid. 

Il sospetto di aver ricevuto alcune documentazioni fasulle ha spinto l'organizzatore a richiedere conferma all'Azienda sanitaria dell'Alto Adige. 

I quattro atleti incriminati, Georg Demetz, Samuel Demetz, Alexander Kraler, e Patrizia Zeni hanno ricevuto la sanzione di due anni e mezzo di squalifica mentre le relative società hanno ricevuto una sanzione pecuniaria.

Fonte: FIDAL 

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti