L’atletica master saluta Giuseppe Galmozzi, il pugile che sfidò Benvenuti

A pochi giorni dal suo compleanno, il ricordo del pugile e podista dell'Atletica Viviam Cent'anni Giuseppe Galmozzi
L’atletica master saluta Giuseppe Galmozzi, il pugile che sfidò Benvenuti
2 min
TagsGiuseppe GalmozziAtletica Viviam CentAnni

Avrebbe compiuto 84 anni pochissimi giorni fa Giuseppe Galmozzi, atleta in forze presso la società meneghina Atletica Viviam Cent’Anni, premiato dalla stessa per longevità e meriti sportivi.

Giuseppe Galmozzi, il pugile e podista dell'Atletica VCA
Guarda la gallery
Giuseppe Galmozzi, il pugile e podista dell'Atletica VCA

Giuseppe ha ben presto scoperto l’amore per lo sport. Ancora militare ha combattuto da welter contro il suo coetaneo e super campione Nino Benvenuti, guadagnando un secondo posto ai Campionati Militari di Pugilato del 1962. Una passione, quella del pugilato, che ha portato Galmozzi a gareggiare su diversi ring prima di chiudere questo capitolo a 28 anni, dopo un match finito in KO.

Amante dello sport, Galmozzi si è poi dato al tennis, alla scalata e all’atletica, un amore durato moltissimi anni e grazie al quale Galmozzi ha ottenuto diverse soddisfazioni. Dai 3000s alla 100 km del Passatore, Galmozzi ha corso in Italia e all’estero, conquistando centinaia di medaglie, tra cui quella della maratona di New York e più volte alla Monza Resegone, grande classica maratona brianzola, molto impegnativa, che ha concluso con i suoi due compagni in 4h20’, classificandosi 29°.

Allenatore, sempre disponibile a dare una mano a chi ne avesse bisogno Giuseppe Galmozzi è stato autore di  gesta sportive e una vera e propria colonna dell’Atletica Viviam Cent’Anni che lo ricorda con grande commozione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti