Asics l'ha dimostrato: fare attività fisica affina le menti più brillanti e migliora le performance cognitive

La ricerca globale evidenzia come i cosiddetti mind athletes, giocatori da tavolo poco inclini a praticare sport, hanno osservato un drastico miglioramento delle funzioni cognitive, del benessere e delle personali prestazioni di gioco dopo aver cominciato a svolgere attività fisica. Lo sport potrebbe essere la chiave per potenziare le capacità cerebrali?
Asics l'ha dimostrato: fare attività fisica affina le menti più brillanti e migliora le performance cognitive
6 min
TagsAsicsstudiomente

ASICS è felice di comunicare i risultati della sua ricerca, uno studio che si è svolto da maggio a settembre 2022, con 77 giocatori di 21 Paesi che hanno completato l'esperimento: praticare esercizio fisico aiuta a migliorare significativamente le funzioni cognitive e le prestazioni mentali. Dal potenziamento della memoria a breve termine all'aumento dei livelli di concentrazione, lo sport aumenta le facoltà cerebrali e potrebbe inoltre essere un aiuto per tutti noi per superare al meglio esami scolastici o per eccellere sul lavoro.

In questo esperimento unico nel suo genere, l’azienda giapponese ha invitato giocatori professionisti specializzati in giochi da tavolo in cui è fondamentale l’uso della mente – come gli scacchi e gli esports – a iniziare un programma di attività fisica. Dopo quattro mesi di esercizio regolare, le loro menti hanno migliorato notevolmente le loro performance e gli atleti hanno raggiunto livelli competitivi ancora più alti.

Le classifiche internazionali di gioco dei partecipanti sono infatti migliorate di un incredibile 75%, dimostrando ancora una volta la stretta correlazione tra mente e corpo. Le funzioni cognitive dei mind athletes sono aumentate in media del 10%, con un incremento del 9% delle capacità di risoluzione dei problemi, un accrescimento del 12% della memoria a breve termine e un potenziamento del 10% della velocità di elaborazione e dell’attenzione. I livelli di fiducia del gruppo sono saliti del 44%, la concentrazione è migliorata del 33% e i livelli di ansia sono crollati del 43%. La ricerca dimostra che l'esercizio fisico può essere efficace per potenziare le funzioni cerebrali, creando gli stessi benefici dovuti dall'apprendimento di una seconda lingua, dalla lettura quotidiana, dal suonare un nuovo strumento musicale o dal completamento di un puzzle al giorno.*

Il professor Brendon Stubbs, rinomato ricercatore della relazione tra sport e mente, ha ideato e condotto l'esperimento. Ogni partecipante ha seguito un programma di allenamento strutturato da Andrew Kastor, runner e allenatore internazionale. Il piano comprendeva allenamenti cardio e di forza a medio impatto, con un aumento dei livelli di esercizio dei mind gamers fino a 150 minuti alla settimana. Nei quattro mesi di ricerca, il professor Stubbs ha misurato il miglioramento delle funzioni cognitive dei partecipanti sulla base delle loro prestazioni durante i giochi mentali, ai test cognitivi e ai questionari sul benessere.

Commentando i risultati, il professor Brendon Stubbs dichiara: "Sappiamo tutti che fare esercizio fisico fa bene al nostro corpo e alla nostra mentre, ma l'impatto sulle funzioni cognitive è un fattore che è stato meno esplorato. Abbiamo voluto esaminare gli effetti dell'esercizio fisico su persone che dipendono dalle loro capacità cognitive, come i giocatori di videogiochi professionisti. I nostri risultati mostrano miglioramenti significativi nelle loro funzioni cognitive, compresi i livelli di concentrazione e le capacità di risoluzione dei problemi".

"L'esercizio fisico stimola la crescita delle cellule cerebrali e aumenta rapidamente il flusso sanguigno all'ippocampo e alla corteccia prefrontale, meccanismi che ci permettono di conservare meglio i ricordi, elaborare le informazioni e risolvere rapidamente i problemi. Se l'esercizio fisico può aumentare in modo significativo le prestazioni mentali dei giocatori professionisti, immaginate cosa potrebbe fare per il resto di noi. Che si tratti di aumentare la concentrazione quando si ripassa per un esame o di migliorare le presentazioni di lavoro, l'esercizio fisico può davvero avere un impatto positivo sul nostro cervello".

Oltre a dimostrare che l'esercizio fisico ha migliorato le funzioni cognitive e le capacità di gioco dei partecipanti, il professor Stubbs ha scoperto che il benessere mentale dei giocatori è aumentato in modo significativo, con punteggi medi migliorati del 31%.* Il punteggio medio dello stato mentale dei giocatori all'inizio dello studio era inferiore alla media, 58, mentre alla fine era di 76, a dimostrazione dell'impatto significativo che l'esercizio fisico può avere sul benessere mentale.

L’Head Coach dello studio, Andrew Kastor, che ha sviluppato i programmi di allenamento dei giocatori, ha dichiarato: "Questi risultati sono sorprendenti e dimostrano il potere edificante dello sport sulla mente. All'inizio dello studio molti giocatori non potevano correre per più di un minuto, siamo partiti con programmi di allenamento moderati. 150 minuti alla settimana sembrano molti, ma se si analizza il tutto si tratta di 5 serie da 30 minuti. Indipendentemente dal livello di forma fisica, i benefici mentali derivati dal praticare sport sono accessibili a tutti".

Al fine di documentare l'esperimento, una troupe ha seguito quattro giocatori professionisti mentre si dedicavano a un regolare esercizio fisico per migliorare le loro classifiche a livello internazionale. Ne è nato un documentario innovativo chiamato "Mind Games - The Experiment", narrato dall'attore di fama internazionale e attivista per la salute mentale Stephen Fry. Il lungometraggio osserva i percorsi di Kassa Korley, Ryoei Hirano, Ben Pridmore e Sherry Nhan – specializzati rispettivamente in scacchi, mahjong, memoria ed esports – intenti a sfidarsi in tornei professionistici in tutto il mondo. Per guardare il trailer del documentario clicca qui.

Gary Raucher, EVP di ASICS EMEA, ha dichiarato: "La nostra filosofia fondante è letteralmente nel nostro nome, Anima Sana In Corpore Sano. Abbiamo sempre incoraggiato a praticare sport per ottenere benefici sia fisici che mentali, ma questa è la prima volta che abbiamo esplorato il vero impatto sulle funzioni cognitive. Mind Games - The Experiment mostra il potere edificante che l'esercizio fisico ha sulla mente e ci auguriamo che, dopo aver visto il documentario, tutti (indipendentemente dall'età, dal tipo di corpo o dal livello di forma fisica) siano ispirati a muoversi per aiutare a potenziare le proprie capacità cognitive".


Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti