600 atleti da 16 nazioni, domenica 7 luglio il LovereTRI. Tutti i favoriti

LovereTRI, firmato da FollowYourPassion, porta turismo sul lago d’Iseo con oltre 600 partecipanti. Due le distanze: medio e 37.2 no draft. Nella gara lunga Nicola Duchi, Luca Barbagallo, Andrea Figini, Matteo Montanari, Davide Rossetti e l’atleta di casa Luca Ronchi partiranno con il favore dei pronostici. Tra le donne l’austriaca Lisa-Maria Dornauer sembra avere una marcia in più su Elisabetta Stocco, Eva Serena e Arianna Valenti
600 atleti da 16 nazioni, domenica 7 luglio il LovereTRI. Tutti i favoriti
9 min

LOVERE – Domenica è il grande giorno del LovereTRI, una della più famose gare di triathlon in Italia e che, fin dalla prima edizione, accende la sfida dei triatleti di tutta Europa. Organizzata da MG Sport nel circuito FollowYourPassion questa domenica 7 luglio la splendida località del Lago d’Iseo farà da palcoscenico alle performance di oltre 600 atleti, impegnati sulle due distanze in programma: medio (1,9 km di nuoto, 90 km di ciclismo e 21 km di corsa) e 37.2 no draft (900 m di nuoto, 30 km di ciclismo e 6,3 km di corsa).

Sedici nazioni al via

Il fascino del LovereTRI, anno dopo anno, ha convinto sempre più triatleti stranieri a raggiungere il borgo bergamasco per essere tra i protagonisti dell’evento facendolo diventare di livello internazionale. In questa edizione saranno rappresentate ben 16 nazioni – compresa l’Italia –, con Francia e Olanda a farla da padrone, seguite dalle altre europee Albania, Austria, Svizzera, Repubblica Ceca, Germania, Danimarca, Spagna, Gran Bretagna, Lituania, Paesi Bassi e Polonia. Argentina, Egitto e Filippine i Paesi extraeuropei. Un evento che porta così grande turismo sportivo sul Lago d’Iseo e a Lovere per diversi giorni, con buona occupazione delle strutture ricettive turistiche e generando indotto economico.

Distanze e orari

Anche quest’anno il LovereTRI si disputerà su due distanze, con partenza dal Porto Turistico di Lovere. Start alle 7.45 per il medio (1,9 km di nuoto, 85 km di ciclismo e 20,3 km di corsa), che ha caratterizzato la gara fin dalla prima edizione, assegnando i titoli di campione italiano di specialità dal 2015 fino al 2019 e poi ancora nel 2021 e alle 8.30 per il 37.2 no draft (900 m di nuoto, 30 km di ciclismo e 6,3 km di corsa), la distanza lanciata lo scorso anno e che, pur essendo “atipica”, ha avuto ottimi riscontri. Il numero di chilometri dà infatti la possibilità di gareggiare anche al triatleta delle distanze più corte, come lo sprint (750 m nuoto, 20 km ciclismo, 5 km corsa). Un’opportunità unica di testarsi su un percorso un po’ più lungo, un possibile trampolino di lancio verso il triathlon olimpico (1,5 km nuoto, 40 km ciclismo, 10 km corsa) e medio.

Percorsi

Tra magia e sfida: Lovere e i suoi dintorni sembrano nati per il triathlon. Il lago, con le sue acque tranquille, è “porto” sicuro per la frazione di nuoto. Le strade che salgono per le montagne che circondano la cittadina e guardano il lago diventano asfalto da conquistare a suon di watt e di pedalate, tra caratteristici e pittoreschi centri abitati. La via che segue, per buona parte, il perimetro del bacino lacustre, e si fa spazio tra rocce e acqua, accompagnerà i triatleti per tutta la prova a piedi fino al traguardo nel Porto Turistico di Lovere.

Qualche dato tecnico: il percorso ciclistico presenta 1.263 m di dislivello (85 km e tre giri) per il medio e 450 m (30 km e 1 giro) per il 37.2 no draft. I partecipanti del medio dovranno percorrere il tracciato di corsa per 4 giri, quelli del 37.2 per 1.

I favoriti nel triathlon medio

In campo maschile la lotta per il podio sembra riguardare cinque atleti. I portacolori del Doloteam Nicola Duchi, che lo scorso anno ha vinto il PeschieraTRI e nel maggio 2024 ha scaldato i motori sulla distanza del medio all’Ironlake Mugello, in cui è giunto 4°, e Luca Barbagallo (Doloteam), il più veloce al ChiaTRI e 6° al Challenge Cesenatico in questa stagione, se la vedranno con Andrea Figini (DDS-7MP Triathlon Team), vincitore del PeschieraTRI 2023 e dell’Idroman 2024, entrambi su distanza olimpica, Matteo Montanari (Venus Triathlon), 10° al Challenge Cesenatico 2024 e 5° al PeschieraTRI 2023 su distanza olimpica, e Davide Rossetti (Lycos Triathlon Team), che ha aperto il 2024 nel migliore dei modi: aggiudicandosi l’Irondelta di Primavera. Lo scorso anno ha firmato l’Idroman, sempre su distanza media, una delle gare più impegnative di tutto il calendario nazionale.

Non starà certo a guardare Luca Ronchi (Overcome Team), questa è la gara di casa – abita a Cividate Camuno (BS), comune a qualche decina di chilometri da Lovere – e farà di tutto per dire la sua e, soprattutto, per migliorare il 6° posto conquistato lo scorso anno.  

Tra le donne, è Lisa-Maria Dornauer a partire con il favore dei pronostici. L’austriaca, vicecampionessa nazionale di triathlon medio in carica, si è già distinta in diverse gare italiane, tra le quali spiccano, nel 2023, il PeschieraTRI, che ha vinto, e il Challenge Sanremo, in cui è salita sul terzo gradino del podio. A renderle la vita difficile ci proverà Elisabetta Stocco (Buonconsiglio Nuoto), 3ª al LovereTRI 2023. Quest’anno sarà il suo terzo medio dopo l’Irondelta di Primavera e l’Ironlake Mugello, nelle quali si è classificata rispettivamente 3ª e 7ª. Tra le pretendenti al podio anche Eva Serena (DDS-7MP Triathlon Team), che ha già assaporato la vittoria nel 2022.

Da tenere d’occhio anche Arianna Valenti (Doloteam), in crescita sulle distanze lunghe nelle ultime stagioni. Nel 2023 ha chiuso l’IRONMAN Italy in nona posizione.

Triathlon Series by FollowYourPassion

Il LovereTRI sarà la terza tappa del Triathlon Series by FollowYourPassion 2024, il circuito dedicato alla triplice disciplina che, grazie alla rinnovata collaborazione con Alé, brand di abbigliamento ciclistico e di triathlon, metterà in palio un ricco montepremi dedicato alle squadre che porteranno al via dei quattro appuntamenti il maggior numero di atleti. Archiviati i primi due appuntamenti – il MilanoTRI il 20 aprile e il ChiaTRI il 27 aprile – dopo la gara bergamasca, si assisterà al gran finale e alla consegna dei premi al PeschieraTRI il 5 e 6 ottobre prossimi.

A ogni gara, inoltre, i vincitori della distanza più lunga riceveranno un premio speciale: la partecipazione a un evento del circuito FollowYourPassion del 2025 a loro scelta.

Lovere, borgo della luce

Lovere è bella 365 giorni all’anno. Con le montagne che l’abbracciano, il centro storico arroccato, i vicoli e i monumenti e palazzi, vere opere di arte e architettura di diversi periodi storici e correnti artistiche - dalla trecentesca Torre Civica con il suggestivo percorso di risalita interno al caratteristico vicolo della “Stretta”, dalla rinascimentale Basilica di Santa Maria in Valvendra alla Galleria dell’Accademia Tadini e al Santuario delle Sante Gerosa e Capitanio - dal 2003 è annoverata nel prestigioso club “I Borghi più belli d’Italia”.

Una visita nel periodo estivo è un must, non solo per scoprire i tesori del borgo antico, ma anche per vivere la magia de “Lovere, il Borgo della luce” con la suggestiva proiezione su oltre 10.000 mq di edifici della cittadina di alcune delle più celebri opere del maestro Marco Lodola dedicate alla televisione italiana nel settantesimo anniversario dell’avvio della sua prima trasmissione. In varie location della cittadina, tutte le sere sino al prossimo 8 settembre, si potranno quindi ammirare alcuni dei più noti volti del panorama televisivo, in particolar modo di quello contemporaneo, oltre ad un omaggio speciale a Raffaella Carrà e Mike Bongiorno. Un motivo in più per fermarsi a Lovere nel dopo-gara e godersi lo spettacolo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA