Corriere dello Sport

Scherma

Vedi Tutte
Scherma

Scherma, Garozzo torna in pedana. Coppa del Mondo a Torino

Scherma, Garozzo torna in pedana. Coppa del Mondo a Torino
© LaPresse

L'olimpionico di fioretto è reduce da un pneumotorace: «Sono caricatissimo»

Sullo stesso argomento

 

lunedì 27 novembre 2017 17:17

ROMA - Il campione olimpico di fioretto Daniele Garozzo torna in pedana: è infatti prevista la sua partecipazione nel prossimo fine settimana al Grand Prix di Torino, terza tappa di Coppa del Mondo. Il fiorettista siciliano torna dopo la convalescenza successiva al pneumotorace al polmone che ha scoperto di avere un mese e mezzo fa. "La radiologa dopo aver visto l'esito - aveva raccontato Garozzo - mi ha detto 'non so come fai a stare in piedì. Avevo il polmone destro collassato per un pneumotorace, e quando l'ho saputo mi è venuto un colpo: studio medicina e so cosa vuol dire. A me ne è capitato uno spontaneo primario, si è formata una bolla di aria nel polmone, che è collassato. Capita ogni 250mila persone".

Ultime notizie altri sport - Corsport Tv

PRONTO AL RIENTRO - Ora però l'olimpionico di Rio sta bene ed è pronto a rientrare in gara, dopo aver saltato le tappe di Coppa del Mondo a Il Cairo e Tokyo. A Torino Garozzo sarà in pedana sia sabato 2 dicembre, nel tabellone principale della prova individuale, che nella gara a squadre di domenica 3. Intanto si è preparato prendendo parte della nazionale svoltosi la settimana scorsa. "Sono felicissimo - dice Garozzo -, innanzitutto perché sto bene ed è tutto passato e poi perché posso riprendere le gare regolarmente. Ho recuperato in fretta, e questo mi dà grande serenità. So bene che il mio stato di forma non sarà quello ideale, ma la cosa più importante era rispettare la tabella di marcia e così è stato. In questi anni sono sempre stato abituato ad andare in pedana con le migliori carte possibili da giocare, mentre a Torino probabilmente sarà tutto l'opposto. Però nello sport non si sa mai e affronterò questa tappa per raccogliere sempre il massimo. Sono emozionato, non vedo l'ora di andare a Torino. Desidero ringraziare tutti quelli che mi sono stati accanto in questo periodo. Sono stato travolto dall'affetto di migliaia di persone e andrò in pedana con una grande carica, per tutta la gente che mi vuole bene".

Articoli correlati

Commenti