Paris show: vince ancora e vola in testa alla Coppa del Mondo!

Col 14° successo in carriera nella discesa libera (5° centro a Bormio), l'azzurro è il nuovo leader della classifica generale
Paris show: vince ancora e vola in testa alla Coppa del Mondo!© ANSA

BORMIO (Sondrio) - Altra epica vittoria dell'azzurro Dominik Paris nella discesa sulla pista Stelvio di Bormio. Dopo il successo di ieri, Domme si è imposto nuovamente in 1.55.37. È la sua quarta doppietta, con due vittorie consecutive in due giorni, della sua carriera. Ed è la seconda a Bormio dopo quella dello scorso anno. Con questa vittoria Paris è anche passato in testa alla classifica generale di Coppa del Mondo in 449 punti. Dietro di lui a sorpresa lo sconosciuto svizzero Urs Kryenbuehl con un ritardo di soli 8 centesimi grazie alle migliorate condizioni meteo. Terzo l'altro svizzero Beat Feuz con un ritardo di 26 centesimi. Sulla Stelvio l'azzurro ha complessivamente vinto per ben 6 volte: cinque discese ed un superG, ma è quella di Bormio la pista preferita: del resto l'azzurro è appena diventato cittadino onorario del centro valtellinese. "Ho sciato bene, mettendoci cattiveria. Ho solo avuto problemi con il vento che mi soffiava contro nelle porte finali", ha detto Paris alla sua 18ª vittoria in carriera. Più indietro Mattia Casse con 2"e 48 di ritardo e poi Emanuele Buzzi (+03,16) e Peter Fill (+03,41). Domani a Bormio tocca alla combinata con l'applicazione del nuovo regolamento ''provelocisti''. Infatti i primi della prova di discesa saranno i primi a scendere nella manche di slalom e non piu' in ordine inverso, trovandosi cosi' sotto gli sci una pista meno rovinata.

Paris da impazzire, vince ancora sullo Stelvio!
Guarda la gallery
Paris da impazzire, vince ancora sullo Stelvio!

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti