Corriere dello Sport

Tuffi

Vedi Tutte
Tuffi

Tania Cagnotto: «Gli anni più belli dopo la delusione di Londra»

Tania Cagnotto: «Gli anni più belli dopo la delusione di Londra»
© LaPresse

L'ex tuffatrice racconta la sua vita dopo il ritiro e ammette: «mi mancano gli allenamenti»

 

giovedì 16 febbraio 2017 12:31

ROMA - "Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fior" cantava Fabrizio De Andrè e lo sa bene Tania Cagnotto. La delusione di Londra 2012 ha segnato l'inizio di una rinascita: "Durante la mia carriera agonistica ho imparato che non ci sono successi senza sconfitte. Gli ultimi quattro anni sono stati i più belli proprio grazie alla delusione di Londra 2012" ha detto l'ex tuffatrice presentando, assieme al pallavolista Simone Giannelli, l'Annuario dello sport altoatesino. "Sono convinta che senza questa dolorosa sconfitta non avrei vinto quattro anni dopo due medaglie ai giochi olimpici di Rio", ha aggiunto. Per quanto riguarda la sua vita dopo il ritiro: "Non vedevo l'ora di avere una vita normale e di non dover ripartire al massimo dopo due settimane", ha detto la Cagnotto, ammettendo comunque di "sentire un po' la mancanza della routine degli allenamenti e dei progetti da realizzare". La bolzanina ha comunque confermato che non abbandonerà il mondo dello sport e dei tuffi. 

IL RITIRO - L'ULTIMA MEDAGLIA

 

Articoli correlati

Commenti