Variante Delta Italia: nuova ondata di contagi e ritorno zona gialla

La mutazione del Covid-19 nata in India continua a preoccupare il Belpaese e il resto d'Europa: scopri le ultime novità
Variante Delta Italia: nuova ondata di contagi e ritorno zona gialla© EPA

Aumentano i contagi Covid in Europa e in Italia a causa della variante Delta. Il nuovo bollettino della Protezione civile ha fatto registrare 3.127 nuovi casi, con il tasso di positività salito a 1,9%, e altri 3 decessi. Al momento l'Italia resta in zona bianca ma nei prossimi giorni potrebbe tornare la zona gialla. A rischio, secondo il report Altems, quattro regioni: Sardegna, Sicilia, Campania e Veneto. Il Governo Draghi sta inoltre valutando in queste ore se introdurre delle modifiche all'utilizzo del Green Pass. In queste ore l'attenzione è inoltre concentrata su: nuovi contagi, parametri per il cambio di colore delle Regioni e i timori di una nuova ondata.

Covid, ci sarà la quarta ondata?

Walter Ricciardi, ordinario di Igiene generale e applicata all'Università Cattolica e consigliere scientifico del ministro Speranza, ha spiegato che la variante Delta è 7 volte più contagiosa rispetto alla variante originale di Wuhan.  "Se prima tu in caso di positività contagiavi una persona, adesso ne contagi 7. Nel momento in cui una persona infetta di variante Delta va in un ambiente chiuso e trova delle persone non protette le infetta fatalmente. Oggi noi dobbiamo evitare la quarta ondata di Covid", ha spiegato Ricciardi. Una quarta ondata, ha proseguito l'esperto, "speriamo che non ci sia. Ma il ministro Véran in Francia ha già detto, sulla base di dati che gli sono stati forniti, che è un'ondata che è presumibile che avvenga, perché a fronte di questa variante così contagiosa è chiaro che i casi aumenteranno. Quello che parimenti non aumenta è per fortuna l'ospedalizzazione avendo protetto molti".

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti