Zelensky: "Mariupol distrutta, la Russia non si fermerà"

Il Presidente dell'Ucraina ha parlato al Parlamento della Corea del Sud: scopri cosa ha dichiarato
Zelensky: "Mariupol distrutta, la Russia non si fermerà"© EPA
1 min
TagsZelensky

Decine di migliaia di persone sono morte a Mariupol, nella regione di Donetsk. A farlo sapere il presidente dell'Ucraina Volodymyr Zelensky durante il suo discorso davanti al Parlamento della Corea del Sud. "Mariupol è distrutta. Ci sono decine di migliaia di morti, ma anche così i russi non fermano l'offensiva. Vogliono fare di Mariupol una città evanescente", ha dichiarato per poi aggiungere: "La Russia non si fermerà finché non sarà costretta".

"Mariupol è distrutta"

"Mariupol è distrutta - ha poi affermato Zelensky in riferimento alla città assediata dalle truppe russe dall'1 marzo - Ci sono decine di migliaia di morti, ma anche così i russi non fermano l'offensiva. Vogliono fare di Mariupol una città evanescente". Il Presidente ucraino ha inoltre rivelato che i russi hanno distrutto centinaia di infrastrutture chiave compresi 300 ospedali.


Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti