Rischia di perdere il pene dopo averci iniettato cocaina!

È accaduto negli Stati Uniti, dove un tossicodipendente è stato curato al Bronx Care Hospital Center con un mix di antibiotici
Rischia di perdere il pene dopo averci iniettato cocaina!© ANSA
1 min

A New York un uomo ha rischiato di perdere il pene dopo averci iniettato cocaina. La pratica non è nuova: spesso questa sostanza viene iniettata oltre che sniffata o fumata. Molti tossicodipendenti utilizzano vari siti di iniezioni quando le vene del braccio, generalmente le più usate, sono troppo danneggiate a causa degli effetti della droga. Il 35enne è arrivato al Bronx Care Hospital Center con l'organo scuro, gonfio, ulcerato e trasudava un liquido dall’odore nauseante. Tre giorni prima si era iniettato coca sulla vena dorsale del pene: ha ammesso di averlo fatto già altre volte in passato senza alcuna complicazione.

Nessun intervento chirurgico

Il paziente si è rifiutato di sottoporsi alla chirurgia per eliminare il tessuto morente. Per salvare l'organo i medici hanno optato per un cocktail di antibiotici per via endovenosa per cinque giorni, seguiti da altri cinque giorni di antibiotici per via orale. I sanitari hanno inoltre medicato il tessuto ulcerato e pian piano le condizioni dell’organo sono migliorate. Una volta guarito il giovane ha lasciato la struttura e non è più tornato. I dottori, che hanno raccontato la vicenda alla stampa locale, non sanno se il pene sia tornato funzionale o meno. 

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti