Roma, maxi blitz antidroga: 21 arresti

Colpiti i pusher di spicco della criminalità romana

ROMA - È in corso dalle prime ore del mattino una vasta operazione antidroga della Polizia di Stato. La Sezione Antidroga della Squadra Mobile della Questura di Roma, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Capitale, sta eseguendo 21 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di altrettanti elementi di spicco della criminalità romana. L'operazione, denominata “Lucifero 2017”, mira a colpire i più importanti fornitori delle piazze di spaccio della Capitale: della Marranella, Torpignattara, La Rustica, Acilia, Infernetto, Pietralata, Fonte Nuova, disarticolando le stesse. In manette quelli che vengono definiti come “elementi di spicco della criminalità romana”.

Colpo ai narcos della Capitale

C'è anche un personaggio legato all'ex capo ultras della Lazio, Fabrizio Piscitelli, ucciso in un agguato il 7 agosto scorso a Roma, tra i 21 arrestati nella operazione antidroga di questa mattina. Si tratta di David Barberis, di professione personal trainer, ma secondo gli inquirenti legato ad Arben Zogu e Piscitelli con i quali gestiva le piazze di spaccio nella zona di Ponte Milvio e nel centro di Roma. L'operazione della squadra mobile, coordinata dal procuratore facente funzione Michele Prestipino e dal sostituto Nadia Plastina, ha riguardato le zone di spaccio della Maranella, Torpignattara, Fonte Nuova e Pietralata.

Commenti