Cronaca
0

Repubblica Ceca, sparatoria in un ospedale: 6 le persone uccise

L'attacco è avvenuto intorno alle 7 locali. Il killer, braccato dalla polizia, si è tolto la vita sparandosi alla testa. La zona è stata evacuata, chiusi gli edifici del nosocomio e della vicina sede universitaria

Repubblica Ceca, sparatoria in un ospedale: 6 le persone uccise
© AP

PRAGA (REPUBBLICA CECA) - Strage in un ospedale universitario di Ostrava, nel nord della Repubblica Ceca, dove 6 persone sono rimaste uccise e diverse ferite in seguito a una sparatoria. A fornire il bilancio delle vittime è stato il ministro dell'interno Jan Hamacek, mentre non è ancora chiara la dinamica dell'accaduto. Quel che è certo è che il killer, un uomo alto un metro e ottanta con un giubbotto rosso inizialmente in fuga, braccato dalla polizia si è poi sparato alla testa. 

La sparatoria in ospedale

L'attacco è avvenuto in uno dei reparti ambulatoriali intorno alle 7, al Faculty Hospital di Ostrava nel nord-est della Repubblica Ceca, vicino al confine polacco e a circa 300 chilometri da Praga. Lo ha confermato il presidente della Regione Moravia-Slesiana, Ivo Vondrák. La polizia sta aggiornando la situazione su Twitter. L'uomo è entrato e a cominciato a sparare, colpendo circa sette persone. La polizia ha evacuato l'ospedale e l'Università adiacente. "Sfortunatamente, l'attacco ha causato diverse vittime", ha dichiarato il ministro degli Interni Jan Hamacek, all'emittente Ceska Televize.

Il killer si suicida 

L'uomo armato che è riuscito a introdursi indisturbato nella struttura sanitaria e ad aprire il fuoco contro i pazienti è poi riuscito a darsi alla fuga; è quindi stata fatta scattare una serrata caccia all'uomo con l'impiego di centinaia di poliziotti e un elicottero. L'ospedale è stato chiuso così come la vicina sede universitaria. Il responsabile della sparatoria nell'ospedale di Ostrava, si è alla fine ucciso con un colpo alla testa. Il movente è ancora sconosciuto: nessuna pista, neppure quella terroristica, è stata esclusa dagli inquirenti.

Tutte le notizie di Cronaca

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

In edicola

Prima pagina